Sparatoria a Napoli, grave bimba tre anni, colpita da proiettile al torace

Redazione,  

Sparatoria a Napoli, grave bimba tre anni, colpita da proiettile al torace

NAPOLI – E’ ferita gravemente la bambina di tre anni rimasta coinvolta, insieme alla nonna, nella sparatoria avvenuta nel pomeriggio a Napoli, nei pressi di piazza Nazionale. “Un proiettile le ha attraversato i polmoni da destra a sinistra, senza però ledere il cuore – ha detto il dg del “Santobono”, Anna Maria Minicucci – conficcandosi tra le costole”. La piccola – secondo i medici – non è in pericolo di vita e si sta procedendo a stabilizzarla, in attesa dell’intervento chirurgico.

Il pregiudicato rimasto ferito nella sparatoria tra piazza Nazionale e via Polveriere, a Napoli, è Salvatore Nurcaro, 32 anni, con diversi precedenti penali, del quartiere San Giovanni a Teduccio, periferia orientale della città. Nurcaro è crollato a terra davanti alla vetrina di un bar, i cui tavolini hanno tracce di sangue. Tutt’intorno, a terra, vi sono numerosi bossoli. La piazza e le strade limitrofe, Via Polveriera, via Acquaviva, erano affollate di gente. Un’auto ‘Mitsubishi’ presenta i fori di due colpi di pistola in uno sportello e sul tettuccio. In piazza Nazionale sono giunti i parenti di Nurcaro, che poi si sono trasferiti al “Loreto Mare”.

CRONACA