Torre Annunziata. Medico pestato a sangue, il massacro per un ticket

metropolisweb,  

Torre Annunziata. Medico pestato a sangue, il massacro per un ticket

Ennesima aggressione a un medico, paura e caos negli uffici del distretto sanitario Asl 56 di via Fusco. Vittima della brutale aggressione, consumatasi in pieno giorno, alle 9 circa e sotto gli occhi attoniti dei colleghi, il dirigente del poliambulatorio Vincenzo G., 60 anni, di Torre Annunziata: preso a calci e a pugni da un paziente che stava richiedendogli il rilascio del ticket per l’esenzione. Richiesta però fatta nel giorno sbagliato. «Spiacente. Dovrà tornare domani» la risposta del responsabile del servizio ambulatoriale. Da qui è scattata la folle reazione di N.S., 50enne oplontino, che ha sfogato la sua rabbia contro il medico. Sferrando prima un gancio destro che ha spaccato il naso del dottore, mandato nel frattempo ko, disteso lungo il pavimento e in una pozza di sangue. L’aggressore, non contento, ha poi continuato a infierire. Il medico ha subito infatti una sequenza di rabbiosi calci alle costole. La vittima, soccorso dai colleghi, è stata infine trasportata all’ospedale Sant’Anna e Maria Della Neve di Boscotrecase. Per lui la prognosi è di 18 giorni «salvo complicazioni per frattura del setto nasale e contusioni in varie parti del corpo» recita il referto.

Salvatore Piro

CRONACA