Bimba di 8 mesi morta a Nocera. Da un primo esame lividi e lesioni sul corpo, indagati i genitori

Redazione,  

Bimba di 8 mesi morta a Nocera. Da un primo esame lividi e lesioni sul corpo, indagati i genitori

NOCERA INFERIORE  – Sarà effettuato lunedì pomeriggio l’esame autoptico sul corpo della bimba di otto mesi morta la scorsa notte nel Salernitano. Da un primo esame risulta che la bimba avesse non soltanto dei lividi sul corpo ma anche delle lesioni: l’autopsia servirà a chiarire anche la genesi di tali lesioni. L’esame sarà compiuto da Rosanna di Concilio e Giuseppe Consalvo Che hanno già effettuato l’esame esterno della salma della piccola. La bimba, secondo quanto si è appreso, aveva un problema di salute agli arti superiori e per questo piangeva spesso. Al momento sia la mamma che il papà della piccola sono sottoposti ad interrogatorio nel Commissariato di polizia di Nocera Inferiore. Il racconto dei genitori e gli esami che saranno effettuati sul corpo della piccola potranno chiarire cosa sia successo la scorsa notte. Genitori indagati per omicidio . Atto dovuto per effettuare gli esami

Sono indagati per omicidio i genitori della bimba di otto mesi morta nel Salernitano. Si tratta di un atto dovuto per poter effettuare esami specifici, in primis l’autopsia.

Il sindaco di Pagani: affranti da questa tragedia, si faccia luce su vicenda “Un episodio che lascia senza parole. Una morte assurda che interroga le menti e scuote le coscienze”. È il messaggio pubblicato sul suo profilo Facebook da Alberico Gambino, sindaco di Pagani (Salerno), città di cui sono originari i genitori della piccola di otto mesi deceduta la scorsa notte nell’Agro Nocerino Sarnese. “Ci auguriamo che, al più presto, le autorità competenti facciano luce sull’intera vicenda”, aggiunge Gambino, evidenziando: “noi rappresentanti delle istituzioni abbiamo il compito di lavorare con determinazione e impegno, in maniera sinergica, affinché episodi del genere non si ripetano più. Pagani è affranta per questa immane tragedia”.

Avvocato dei genitori: non c’è nessun provvedimento di fermo

“Non c’è alcun provvedimento di fermo a carico dei genitori. Mi hanno chiamato solo per alcune formalità di rito”. L’avvocato Ilaria Ruocco, difensore dei genitori della piccola di otto mesi morta la scorsa notte nel salernitano, risponde così all’uscita dalla caserma di polizia a Nocera Inferiore. L’avvocato ha definito “provati,” i genitori della piccola. In particolar modo la mamma che ha avvertito un malore durante l’interrogatori, cosa che ha reso necessario anche l’intervento del personale medico del 118.  “Per adesso a carico dei genitori non c’è alcun provvedimento – ha concluso – sono stati chiamati qui solo per ricostruire i fatti”.

CRONACA