Travolge e uccide un 16enne, contestato l’omicidio stradale

Redazione,  

Travolge e uccide un 16enne, contestato l’omicidio stradale

Weekend tragico nel Casertano, dove in meno di trentasei ore hanno perso la vita due giovani, uno dei quali vittima di un pirata della strada. Si tratta di un 16enne che in sella a uno scooter è stato investito e ucciso nella notte tra venerdì e sabato ad Aversa da un’auto il cui conducente è fuggito; dopo poche ore l’automobilista si è costituito ed è stato denunciato per omicidio stradale. Il secondo episodio all’alba , tra i comuni di Capua e Vitulazio, dove un 24enne è morto dopo essere uscito fuori strada con la sua auto. Molto giovane anche il responsabile dell’investimento di Aversa: si tratta di un 21enne residente a Napoli. Si è costituito al commissariato di Aversa, quando ormai la sua identificazione era prossima. I poliziotti, guidati dal dirigente Vincenzo Gallozzi, avevano infatti individuato il modello dell’auto del 21enne, una Peugeot 208 bianca; peraltro sul luogo dell’incidente, in via Gramsci, a pochi passi dall’ospedale di Aversa, era rimasto lo specchietto esterno della Peugeot, colpito dal 16enne durante l’impatto. Il 21enne, dopo essere stato trattenuto alcune ore nell’ufficio di polizia, è stato poi rilasciato con una denuncia per omicidio stradale. Così ha deciso il pubblico ministero della Procura della Repubblica di Napoli Nord, che ha anche disposto il sequestro della Peugeot, su cui sono stati trovati i segni dell’impatto frontale. Shock e dolore a Casaluce, paesino vicino Aversa dove viveva con la famiglia il 16enne, studente del Liceo Cirillo di Aversa. Il funerale nei prossimi giorni. Lutto anche a Capua per la morte del 24enne Simone Mauro, deceduto sulla via Appia mentre era alla guida di un’auto con due amici, rimasti feriti; i tre tornavano da una festa. Dai primi accertamenti effettuati dai carabinieri, sembra che la vettura condotta dal 24enne sia uscita fuori strada senza aver urtato nessun’altra auto; è probabile che il giovane abbia perso il controllo dell’auto per cause in corso di accertamento. La morte del 24enne ha portato alla sospensione in segno di lutto della kermesse “Volturno in Festa”.

CRONACA