Teatro, concerti e cineforum. La stagione degli eventi sul palco del “Karol” di Castellammare

Redazione,  

Teatro, concerti e cineforum. La stagione degli eventi sul palco del “Karol” di Castellammare

Teatro, concerti, cineforum, spettacoli per famiglie, un progetto per le scuole, uno spazio espositivo, un’orchestra stabile composta da giovani musicisti e la scuola di formazione politica ecco la terza stagione del Karol di Castellammare con oltre settanta aperture al pubblico.Il Teatro Karol è parte di un articolato progetto che si svolge tra Napoli e Salerno passando appunto per la Città stabiese. La stagione è prodotta dalla Casa del Contemporaneo, centro di Produzione Teatrale riconosciuto dal Mibac. In cartellone anche Enzo Moscato, uno dei pilastri della drammaturgia italiana post Eduardo, Enrico Ianniello (tra i protagonisti della fiction Rai “Un passo dal cielo”), Andrea Renzi (volto noto del cinema e della serie tv Gomorra) e Tonino Taiuti (vincitore per due volte del Premio Le Maschere del Teatro), Lino Musella, e la presenza di tanti artisti professionisti stabiesi come Anna Spagnuolo, Pino Finizio, Fiorenza Calogero, Cristian Izzo, Marina Bruno, Camilla Scala, Giuseppe di Capua, poi le napoletane Ebbanesis, le SesèMamà e tante altre preziose partecipazioni.Per quanto riguarda il cinema è prevista una rassegna dedicata agli attori stabiesi (Gianfelice Imparato, Gaetano Amato, Piero Pepe, Dora Romano, Antonio Milo, Sebastiano Somma e addirittura Raffaele Viviani) oltre a una due giorni di cortometraggi dedicati principalmente agli attori di area stabiese.Stesso discorso per le mostre pittoriche dove saranno esposte le opere di Umberto Cesino, Franco Cuomo, Nicola Caroppo e Vanni Baiano mentre i fotografi Gianni Cesariello, Giovanna Lombardo e Giovanni Somma proveranno a raccontare Castellammare in dieci scatti.

La Scuola di Formazione Politica, infine, mirerà a rinsaldare il rapporto tra i giovani e le istituzioni con lectio magistralis tenute da giudici, docenti universitari, scrittori e prelati.“Il nostro scopo è quello di aggregare il maggior numero possibile di persone grazie alla forza delle idee e della cultura. Ancora una volta intendiamo puntare sugli artisti stabiesi senza trascurare interessanti proposte napoletane con prezzi popolari. La nostra filosofia è quella di tenere aperto il teatro quasi ogni settimana affinché possa diventare un luogo di confronto”, dichiarano Pierluigi Fiorenza e Giovanni Petrone, direttori artisti della terza stagione del Teatro Karol di Castellammare.

CRONACA