Incidente stradale, perde la vita il vicequestore Ciro Lomaistro

Redazione,  

Incidente stradale, perde la vita il vicequestore Ciro Lomaistro

NAPOLI – Nell’impatto tra uno scooter e un’auto nella tarda serata di ieri in via Solfatara a Pozzuoli alta, in provincia di Napoli, è morto il vicequestore in servizio al Reparto mobile di Napoli, Ciro Lomaistro. L’incidente si è verificato nei pressi del ponte ‘Copin’ a poche decine di metri dall’abitazione della vittima. Il poliziotto, 50 anni, a bordo del suo scooter stava rincasando, allorché si è scontrato con un’auto che proveniva in direzione opposta finendo sul selciato. Con tutta probabilità – le indagini tuttora in corso lo dovranno appurare anche attraverso i filmati della videosorveglianza pubblica e privata presente in zona – è stato travolto da un’altra auto sulla corsia opposta che poi ha proseguito senza fermarsi. L’uomo aveva il casco, ritrovato ad alcune decine di metri dal luogo dell’incidente e confermato dai primi filmati visionati della videosorveglianza. Sul posto il 118 e squadre di polizia municipale, ma per il dirigente di Polizia non c’è stato nulla da fare. La salma è stata trasferita per l’esame autoptico presso il secondo Policlinico di Napoli a disposizione dell’autorità giudiziaria. Lascia la moglie, ispettore di polizia, e tre giovani figli. Le indagini sono condotte dalla Polizia municipale di Pozzuoli. “Si tratta di un incidente anomalo e stiamo cercando di ricostruire con pazienza tutti i tasselli del tragico impatto. Lavoreremo anche stamattina con ulteriori rilievi e controlli delle videocamere presenti”, ha detto Silvia Mignone, comandante della Polizia municipale di Pozzuoli che coordina le indagini.

ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha espresso al Capo della Polizia e a tutta la Polizia di Stato il profondo cordoglio per la scomparsa del Vice Questore Ciro Lomaistro. La titolare del Viminale ha chiesto al Capo della Polizia “di rendersi interprete presso la famiglia dei sentimenti di commossa e sentita partecipazione al dolore”. E’ quanto si legge in una nota del Viminale.

CRONACA