Stretta sul candidato sindaco di Sorrento, l’exit strategy è Fattorusso

Salvatore Dare,  

Stretta sul candidato sindaco di Sorrento, l’exit strategy è Fattorusso

Tra i due litiganti, il terzo (forse) gode. Per essere precisi, potrebbe godere. Sì, perché il conto alla rovescia verso la scelta del candidato sindaco della maggioranza è giunto alle battute finali e, all’ultima curva, potrebbe spuntarla un nome a sorpresa. Se è pur vero che appaiono salde le ipotesi degli ex assessori Mario Gargiulo e Gaetano Milano (con il primo in vantaggio sul secondo), bisogna comunque registrare un’importante novità. Che è quella che conduce all’avvocato Corrado Fattorusso, già assessore con l’ex sindaco Marco Fiorentino. Sia chiaro: non è un’autocandidatura né si tratta di un’opportunità molto solida visto che Gargiulo e Milano sono usciti allo scoperto riscuotendo da alcuni assessori e consiglieri uscenti la sommaria disponibilità a intessere alleanze. Ma Fattorusso potrebbe divenire un’opzione allettante se la maggioranza dovesse impantanarsi. Per farla breve: se si dovesse annusare il rischio di una frattura e, dunque, né Gargiulo e né Milano dovessero ottenere un’investitura unitaria, a quel punto la sintesi sull’identikit del successore del sindaco Giuseppe Cuomo (che non può ricandidarsi, ha già svolto due mandati consecutivi) potrebbe divenire Fattorusso. I tempi delle scelte, a dispetto dell’incertezza sul giorno delle Comunali (indicativamente si tornerà alle urne tra il 15 maggio e il 15 giugno prossimi), sono imminenti. Cuomo e i fedelissimi intendono accelerare. Anche perché il primo cittadino uscente sta sul serio lavorando a una propria candidatura alle elezioni Regionali con la Lega di cui è fresco tesserato. Stando alle indiscrezioni, forse già lunedì Cuomo inizierà a sondare il nome che a suo avviso sarà quello su cui puntare. Non è che il primo cittadino imporrà il profilo del candidato che riterrà più opportuno. Ma evidentemente, come ha anche dichiarato nei mesi scorsi, Cuomo non intende sottrarsi al dibattito interno in maggioranza. Su Fattorusso, intanto, più di qualche consigliere e assessore ha già fatto sapere di essere pronto a sponsorizzare la candidatura. Ed esiste un elemento che può risultare determinante: Fattorusso è un potenziale candidato sindaco che piace alla Lega. I salviniani stanno lavorando alla composizione della lista che, d’accordo con Cuomo, entrerà a far parte della coalizione elettorale della maggioranza. E in questo contesto ci sarebbe anche la volontà di coinvolgere Fattorusso. Bisognerà capire cosa verrà fuori dalle consultazioni della truppa Cuomo. Sul fronte opposto, permane l’attesa per l’esito del ricorso dell’ex sindaco Marco Fiorentino che contesta la procedura con la quale l’anno scorso è stato dichiarato decaduto dalla carica di consigliere comunale. In causa con il Comune per la tragica vicenda del primo maggio 2007 – l’ente reclama il pagamento di 108mila euro a titolo di rimborso per la provvisionale di oltre 600mila euro che l’amministrazione liquidò ai parenti delle due donne morte in piazza Sant’Antonino in nome e per conto pure di Fiorentino – aspetta di conoscere il proprio destino. Ieri, presso la sezione civile della Corte d’Appello di Napoli, si è discusso il ricorso dell’ex sindaco che invoca l’annullamento della delibera di decadenza. Il collegio non ha emesso la sentenza ma non ha neppure indicato dei termini: quindi il verdetto può essere emesso in qualsiasi momento.

CRONACA