Elezioni a Sorrento, nuova tentazione: un’alleanza tra ex assessori

Salvatore Dare,  

Elezioni a Sorrento, nuova tentazione: un’alleanza tra ex assessori

L’ex assessore Mario Gargiulo rimane il favorito per diventare il candidato sindaco della maggioranza uscente e, dunque, successore del sindaco uscente Giuseppe Cuomo. Eppure c’è tanta carne sul fuoco e non sono esclusi clamorosi colpi di scena. Una delle alternative a Gargiulo – che intanto rilancia sui social il suo movimento civico “Sorrento ci sto” – è l’avvocato Corrado Fattorusso, già in passato assessore nella giunta guidata dall’ex primo cittadino Marco Fiorentino e fresco di avvicinamento alla Lega. Ovvero, proprio al partito di Cuomo che sarà candidato dal Carroccio alle prossime Regionali. Eppure, c’è una voce a dir poco interessante che trova conferme negli ambienti della maggioranza. Che ipotizza un’alternativa seria e tutt’altro che scartata a priori dal sindaco. Si tratta del progetto che potrebbe vedere l’avvocato Gaetano Milano, amministratore delegato della Fondazione Sorrento (ente partecipato dal Comune e di cui il sindaco è consigliere di amministrazione) ed ex assessore nella prima consiliatura proprio con Cuomo, superare Gargiulo e divenire candidato sindaco grazie al supporto dell’ex assessore Massimo Coppola. Una sorta di ticket. Coppola, lo scorso novembre, decise di sbattere la porta e dimettersi, tanto da varare una propria civica, “Sorrento Adesso”, attraverso la quale sta iniziando a percorrere con entusiasmo e determinazione il percorso che porterà alle urne. A quanto pare, Coppola potrebbe anche decidere di riavvicinarsi alla maggioranza sostenendo la candidatura a sindaco di Milano. Molto difficile, se non impossibile, vederlo rientrare in coalizione con una leadership affidata a Gargiulo. La possibilità di riacquistare Coppola è di stretta attualità. C’è stato anche un recente incontro con Cuomo, a cui hanno preso parte alcuni fedelissimi della maggioranza. In questo contesto, Milano potrebbe fare da collante e chiamare accanto alla sua candidatura tanti altri big della maggioranza. Tranne, evidentemente, il gruppo Gargiulo che non gradisce altra soluzione. Secondo i sostenitori dell’ex assessore, non ci sono profili differenti da caldeggiare per la candidatura a sindaco. Non a caso, con in testa l’ex consigliere provinciale Raffaele Apreda, i fan di Gargiulo stanno bombardando i social col motto “Io sto con Mario sindaco”. C’è una frase ricorrente che fotografa lo stato d’animo della civica che fa capo a Gargiulo: «E’ Mario il nostro candidato, a meno che non ci sia il Maradona della situazione non riconosciamo leader differenti». Messaggio molto chiaro. Di certo, risulta poco credibile una potenziale trattativa tra Gargiulo e Coppola, che entrambi coltivano la legittima ambizione di una candidatura a sindaco. E dei due, solo uno, quindi Coppola, appare disposto a rinunciare per questa volta la corsa alla fascia tricolore facendo posto a un alleato più navigato ed esperto, tipo Milano. E Fattorusso? Con l’ex assessore di Fiorentino in campo, se ci fosse davvero una concreta possibilità di candidarlo a sindaco, si può avviare una frammentazione delle liste. Ed è ciò che intende evitare Cuomo. Anche se al ticket Milano-Coppola non appaiono disposti a dire sì consiglieri e assessori della civica “Grande Sorrento”, che preferirebbero che venisse indicato magari un terzo consapevoli che neppure Gargiulo per ora appare raggruppare tutte le liste della maggioranza. Anche il presidente del consiglio comunale Luigi Di Prisco, d’altronde, viene dato alla finestra, se non addirittura freddo, all’ipotetica candidatura di Gargiulo.

CRONACA