Elena Pontoriero

Viabilità a Sant’Antonio Abate, ok alla nuova strada. Doppio accesso per la scuola

Elena Pontoriero,  

Viabilità a Sant’Antonio Abate, ok alla nuova strada. Doppio accesso per la scuola

Approvato il quadro economico per la realizzazione di una nuova strada da edificare, per il collegamento di via Giovanni XXIII e via Marna. Un iter avviato dall’esecutivo Abagnale per agevolare il flusso di studenti diretto al plesso scolastico Mosé Mascolo. Al lavoro l’ufficio Tecnico del Comune per disegnare il varco che attraversa ben 9 proprietà private.

Un totale di 200 metri che, da preventivi effettuati, coste- ranno 300mila euro. Sicurezza e viabilità sono le due parole su cui ha puntato il vicesindaco Giuseppe Abagnale, che ha spiegato: «Si tratta di un progetto su cui fin dall’inizio abbiamo proceduto in maniera spedita. Con la recente approvazione in giunta del progetto di fattibilità tecnica ed economica è stato compiuto un ulteriore importante passo in avanti verso la realizzazione. E’ un’opera di cui si parla da anni e che rappresenta un’esigenza reale in una strada che ad oggi risulta senza uscita. Una via lungo la quale è collocato un plesso di scuola media e un numero piuttosto cospicuo di residenti – continua il vicesindaco Abagnale – La realizzazione del collegamento stradale con via Marna sarà, quindi, non solo funzionale a migliorare la viabilità in loco, in particolare nelle fasi di entrata ed uscita degli alunni, ma al contempo servirà a rendere migliore le condizioni di sicurezza complessive nella parte finale di via Giovanni XXIII, garantendo uno sbocco agevole alla circolazione dei veicoli in un punto lì dove oggi ciò non è possibile».

Un progetto che a breve comincerà a prendere forma e che sarà realizzato con utilizzo delle quote residuali dei fondi della Legge 219/1981 e Legge 32/1992, così come “rimodulati” con delibera di giunta comunale del 6 dicembre 2019, «nell’ambito degli interventi di viabilità previsti per un importo complessivo di €.859.699,26, che comprende anche altri interventi di ripavimentazione delle sedi stradali, per un importo di € 559.699,26, tuttora in corso di esecuzione e/o definizione». Per edificare la nuova strada, che attraversa anche proprietà private, è stato necessario il confronto con i residenti per arrivare a un accordo. In particolare, due le osservazioni che erano state protocollate al Comune dai rispettivi proprietari ma una soltanto è stata accolta perché non va a stravolgere l’intero progetto. Sì alla istanza di uno dei proprietari che ha richiesto «… la realizzazione di muratura di recinzione sul limite tra la strada in via di edificazione e la residua proprietà privata, nonché la previsione di un varco di accesso carrabile dal nuovo varco e la residua proprietà privata (già peraltro allo stato esistente)».

Valutata la richiesta ha avuto esito positivo poiché «…non comporta modifiche sostanziali del progetto». L’opera pubblica da realizza- re era stata già prevista nel Piano Urbanistico Comunale (PUC), recentemente approvato con delibera del 11 aprile 2019 e successiva delibera di giunta del 7 maggio 2019 di presa d’atto delle modifiche approvate in consiglio “e tuttora vigente”. Una strada che è stata, inoltre, inserita nella programmazione triennale delle opere pubbliche, inizialmente riportata nelle annualità 2019-2021 e nell’elenco annuale 2019 e successivamente confermata nella pianificazione 2020-2022 e nell’elenco annuale 2020.

CRONACA