Sbloccati i fondi per il Campus di Santa Maria la Carità: «La giunta accelera sui lavori»

Elena Pontoriero,  

Sbloccati i fondi per il Campus di Santa Maria la Carità: «La giunta accelera sui lavori»

Salvo il finanziamento da 5 milioni di euro per edificare la Cittadella Scolastica, la Regio- ne sblocca i fondi diretti al Comune di piazza Borrelli. Una notizia attesa dall’amministrazione D’Amora, che per una serie di ritardi aveva rischiato di lasciare il progetto soltanto su carta. Ad annunciare l’avvio dei lavori, o meglio la ripresa del cantiere, è il vicesindaco Franco Cascone con delega ai Lavori Pubblici: «Abbiamo sempre lavorato con serietà e mai abbandonato nessuno degli obiettivi posti in essere, per il bene comune. La Cittadella scolastica ha sempre occupato i primi posti delle priorità dell’amministrazione, per la risoluzione dei problemi legati alle scuole del territorio che necessitano di una maggiore sicurezza, oltre a una fruibilità per gli studenti. Adesso siamo in grado di garantire entrambe le cose». Sottolinea il vicesindaco Franco Cascone che, insieme alla maggioranza del sindaco Giosué D’Amora, può finalmente tirare un so- spiro di sollievo. Almeno dopo il rischio tangibile che si era paventato alcuni mesi fa, con l’aut aut arrivato dalla Regio- ne che aveva chiesto al Comune lo stato di avanzamento dei lavori per il Campus di ultima generazione. «Il progetto – spiega Cascone – aveva subito dei rallentamenti e degli slittamenti per incagli amministrativi, per i quali è stato avviato un contraddittorio tra Regione e Comune di Santa Maria la Carità. Rallentamenti che oggi risultano superati. Difatti, vi è l’avvenuta conferma del finanziamento a valere sul Po Fesr 2014-2020 pari a 5.050.199 euro». Si accelera sui lavori che erano rimasti in attesa di una risposta da Palazzo Santa Lucia che, appena ieri, ha raggiunto il Comune sammaritano. Attendendo la sentenza della Regione Campania, il progetto è stato rimodulato e alcuni cambiamenti già definiti: «Abbiamo deciso di pro- cedere con un intervento più radicale sull’edificio scolastico Arancio – precisa il vicesindaco Franco Cascone – Il plesso sarà totalmente abbattuto e ricostruito. Cercheremo di realizzare il Campus di ultima generazione cercando di creare meno disagi possibili, sperando anche nella collaborazione e nella pazienza dei cittadini che, a opera finita, potranno usufruire di servizi maggiormente efficienti». Un cambiamento che partirà già il mese prossimo, con l’occupazione del parcheggio pubblico da parte del cantiere. «Si partirà dalla realizzazione del parcheggio interrato, mentre al di sopra verrà edificata una villa comunale – continua Cascone – Ovviamente sarà dato il giusto supporto a tutte le attività che sono nei pressi dell’area interessata all’edificazione della Cittadella scolastico. Questo per garantire a tutti, commercianti, enti pubblici e uffici lo spazio per la sosta delle auto che, diversamente, non potrà essere assicurato nel parcheggio attuale, poiché sarà interessato dai lavori. Saranno, invece, assicurate diverse aree di parcheggio, alcune della quali più distanti dal centro ma che saranno collegate da navette per agevolare gli utenti che necessitano di sostare per un tempo più lungo. Mentre per la sosta breve – puntualizza il vicesindaco – resteranno attivi gli stalli a tempo ma saranno ulteriormente controllati dai vigili urbani, per consentire la possibilità di sosta a rotazione. Credo che tutto questo sia la miglior risposta a chi ha cercato di fare della cattiva in- formazione per destabilizzare i cittadini. Ma il tempo ha dato ragione al nostro impegno e al nostro lavoro portato avanti con passione», conclude Franco Cascone, numero due del Comune.

CRONACA