Tiziano Valle

Castellammare. Pullman preso a sassate, follia delle baby-gang al Cmi

Tiziano Valle,  

Castellammare. Pullman preso a sassate, follia delle baby-gang al Cmi

Stava rientrando nel deposito di via Napoli quando ha sentito un vetro andare in frantumi. Un rumore forte che l’ha costretto ad arrestare la corsa del pullman, per verificare cosa fosse successo. E’ bastato percorrere qualche metro all’interno del bus per rendersi conto che una pietra aveva sfondato il lunotto posteriore. Un atto di vandalismo, tant’è vero che che l’autista ha visto scappare via nel buio alcuni ragazzini, con tutta probabilità gli autori del raid, e ha contatto i carabinieri della compagnia di Castellammare.L’episodio s’è verificato domenica sera, verso le 22.30, nel rione Cmi, alla periferia della città stabiese.

Nel mirino dei teppisti è finito un pullman di linea dell’Anm, per fortuna senza passeggeri a bordo perché fuori servizio. L’autista terminate le corse stava rientrando nel deposito di via Napoli. A pochi metri dal parcheggio dei bus, alcuni ragazzini appostati in zona hanno cominciato a scagliare pietre contro il mezzo, riuscendo a distruggere il lunotto posteriore del pullman.

Una atto di teppismo che poteva avere conseguenze peggiori se all’interno del bus ci fossero stati passeggeri o se l’autista impaurito avesse perso il controllo del mezzo.I carabinieri intervenuti sul posto hanno constatato i danni del pullman e avviato le indagini per cercare di risalire agli autori del raid. Dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza potrebbero arrivare indicazioni utili per risalire ai componenti della baby-gang del quartiere, che già in passato ha fatto danni.

Nel 2017 furono alcuni residenti del rione a scattare foto e a filmare gruppi di ragazzini che raggiungevano i binari della vicina tratta ferroviaria per rifornirsi di pietre, con il serio rischio di farsi male. Anche allora si verificarono alcuni raid vandalici verso i pullman che transitavano in zona, pure con passeggeri a bordo che segnalarono la presenza di gruppi di giovanissimi in attesa dei bus al passaggio in via Napoli.Che ci siano ragazzini della zona che si rendono protagonisti di episodi gravi, che rischiano anche di mettere in pericolo altre persone è confermato anche da un’aggressione subita da un ciclista nel 2018.

Proprio in via De Gasperi, all’altezza del rione Cmi, un gruppo di giovanissimi in sella a scooter avvicinarono un 53enne che in sella alla sua bicicletta stava pedalando verso Torre Annunziata e gli sferrarono un pugno alla nuca. Il ciclista cadde rovinosamente sull’asfalto e riportò le fratture della mandibola e del bacino, che lo costrinsero a un lungo periodo di ricovero e riabilitazione.Nella serata di domenica un nuovo raid verso i pullman di passaggio in zona, che segue il lancio di pietre verso auto e motorini in corso Vittorio Emanuele della settimana scorsa e la segnalazione di episodi simili accaduti in viale delle Terme. Episodi che rappresentano un monito a tenere alta l’attenzione in vista del Carnevale, quando a Castellammarepurtroppo bande di giovanissimi entrano in azione per lanciare arance congelate e uova marce contro i mezzi di passaggio in città.

Una vergogna che in passato ha avuto gravissime conseguenze e ogni anno costringe gli stabiesi a starsene in casa oppure spostarsi in altre località per trascorrere in modo sereno quello che dovrebbe essere un giorno di festa.

CRONACA