Napoli, battere il Lecce per inseguire l’Europa. Torna Koulibaly.

Redazione,  

Napoli, battere il Lecce per inseguire l’Europa. Torna Koulibaly.

NAPOLI – Contro il Lecce per riavvicinarsi alla zona Europa. Il Napoli punta a trovare con i salentini, domani al San Paolo, la terza vittoria consecutiva in campionato(la quarta se si considera anche il successo in Coppa Italia con la Lazio). La crisi, lunga e profonda che ha allontanato la squadra dalle prime posizioni della graduatoria, è ormai un ricordo, ma serve continuare a vincere per alimentare la spinta di una rincorsa che potrebbe diventare esaltante. I tifosi rispondono già con convinzione. Domani, anche se l’avversario non è tra quelli che richiamano tantissimo, ci sarà il pienone allo stadio. Gattuso è cosciente di questa attesa e delle speranze che le recenti buone prestazioni hanno alimentato. Ma è anche prudente. ”Domani – dice – ci aspetta una partita trappola, abbiamo tutto da perdere contro un Lecce che ti palleggia in faccia, che ha pareggiato contro Inter eJuventus. Per vincere dobbiamo mettere in campo la cattiveria delle ultime partite”. ”Dobbiamo pensare – spiega il tecnico – che sia una finale che, se vinciamo, ci danno la Champions League.

Dobbiamo giocare con la cattiveria vista contro Lazio e Juve”. Oggi c’è una buona notizia per il Napoli e la ufficializza proprio Gattuso. ”Domani – spiega l’allenatore – Koulibaly, assente dal mese di dicembre, torna dal 1′. Abbiamo i doppi giocatori quasi per ogni ruolo e quindi in ogni partita tutti si giocano il posto. Abbiamo quattro difensori centrali e se stanno bene Di Lorenzo torna al suo posto da terzino. Ma lo stesso vale a centrocampo e in attacco. Farò delle scelte”. L’allenatore non lo dichiara apertamente ma è quasi certo che Politano sarà in capo dall’inizio. ”E’ un’opzione importante -ammette – è forte, ha velocità, tecnica. Può darci una grande mano, è diverso da Callejon e quindi in tutte le posizioni abbiamo alternative”.

Quanto a Lozano che non gioca quasi mai, Gattuso dice: ”Sta migliorando, so che è in patrimonio della società e che soffre perché non gioca. Nelle ultime due settimane lo sto provando a sinistra dove mi sta facendo vedere che è più a suo agio. Fabian ha fatto poco per 10 giorni perché ha avuto febbre a 39-40, si allena da due giorni e non al 100%. Allan si allena bene da 4-5 giorni e oggi lo valutiamo. Io voglio mettere giocatori al cento per cento”. ”A centrocampo – spiega ancora Gattuso – abbiamo preso giocatori funzionali, che mi piacciono. Abbiamo mezze ali che si buttano dentro, come Elmas che era infatti in area contro laSamp al momento giusto. Ma sono contento di tutti, qualcuno sta avendo meno spazio, siamo in tanti e bisogna lavorare poi campo decide. C’è bisogno di tutti, so che non è bello quando uno non gioca ed è difficile dire a un calciatore che non gioca mai di impegnarsi, ma è un lavoro serio e tutti devono farlo”.

CRONACA