Vincenzo Lamberti

Aliberti show:«Io sono pronto per Pompei»

Vincenzo Lamberti,  

Aliberti show:«Io sono pronto per Pompei»

La politica attiva deve mancargli moltissimo. Tanto che Pasquale Aliberti, ex sindaco di Scafati, ancora sotto processo per voto di scambio politico-mafioso, ha deciso di scrivere un post in cui di fatto annuncia il suo impegno per Pompei. “Noi ci siamo” scrive l’ex sindaco che ricorda con orgoglio e un pizzico di commozione, che “diversi anni fa, anche io ho vissuto in queste strade, abitato in questa città, con grande orgoglio e con quel senso di appartenenza al territorio, che mi ha contraddistinto negli anni”. Per Aliberti, infatti,  Pompei è conosciuta nel mondo, ma, al suo nome grandioso non corrisponde una realtà così importante. L’aspettativa dei turisti che giungono qui, si riduce, ahinoi, ad una passeggiata in piazza e nel Santuario, all’acquisto di immagini votive e statuette presso le bancarelle disseminate al centro. Tutto questo va preservato.

L’anima di questa città deve essere protetta ma aperta al mondo” la sua analisi che, in verità, non si discosta dalla verità. Ma poi esce fuori l’Aliberti politico, quel leone in gabbia che freme all’idea di nuove elezioni. Non nella sua Scafati, quella dove probabilmente gli sarà difficile ritornare ancora per qualche anno, ma per la confinante Pompei. “Le prossime elezioni sono una grande opportunità che non potete sprecare. Sarà quello, il momento giusto, per avviare un percorso di rinnovamento per puntare ad una città policentrica, a un dialogo costante con la Chiesa e con la Soprintendenza dei Beni Culturali, per stabilire quella connessione, quel ponte anche tra Pompei e Scafati, attraverso il Polverificio Borbonico”. Sembra già un programma politico per l’ex leader di Forza Italia: “Iniziate a ragionare su questa grande idea di rilancio. Aprite il dibattito al di là degli schieramenti, buttate il cuore oltre l’ostacolo, con coraggio e con la passione per il nostro territorio” scrive.

E si lancia anche oltre: “Metto a disposizione, anche da semplice operaio, la mia esperienza di governo e la mia visione d’insieme di un territorio che amo, conosco e vivo. É una grande occasione per tutti, per una Pompei, #capitale del turismo e della cultura in Campania e oltre, capace di intercettare flussi turistici e rilanciare il commercio anche nelle città limitrofe. Che sia una idea, una visione, una prospettiva, un sogno che coinvolga tutti”.  

CRONACA