Sorrento al voto, il Pd apre alle civiche ma non sosterrà l’ex assessore Gargiulo

Salvatore Dare,  

Sorrento al voto, il Pd apre alle civiche ma non sosterrà l’ex assessore Gargiulo

Per le elezioni Comunali di Sorrento in calendario in primavera, il Partito democratico apre a un’alleanza con le civiche. Tanto che il circolo cittadino dem guidato dal neo segretario Giovanni Persico è pronto a schierarsi in una coalizione moderata senza esibire il simbolo.E’ la strategia stabilita dai dem a seguito di uno dei tanti vertici degli ultimi giorni. All’opposizione da dieci anni, il Pd cittadino è restio a sostenere la corsa dell’ex assessore Mario Gargiulo. Nulla di personale, ma esistono chiari motivi politici che supportano tale decisione: Gargiulo è un candidato indicato dal sindaco uscente Giuseppe Cuomo, a cui il Pd ha sempre fatto opposizione. Non solo. Cuomo ha aderito alla Lega tanto che alle prossime elezioni Regionali in Campania si candiderà nella truppa salviniana. E dal suo canto il Carroccio, per le Comunali, è pronto ad allestire una lista del Carroccio che possa sostenere la candidatura di Gargiulo. Fatta la somma, ecco il totale: il Pd cittadino non vuole avere nulla a che fare con i seguaci dell’ex ministro Matteo Salvini e quindi ipotizzare un’intesa col ticket Gargiulo-Cuomo non è proponibile.I margini di manovra sono ridotti. Pesa pure un precedente. Due anni fa Cuomo estromise Gargiulo dalla giunta perché l’ex assessore sostenne i candidati del Pd in corsa alle Politiche nel collegio di Sorrento. Ovvero Silvana Somma (Camera) e Franco Manniello (Senato), entrambi asfaltati dai grillini. L’amministrazione, seppur civica, ieri come oggi resta comunque ancorata a una corrente di centrodestra e quella mossa pro Pd di Gargiulo creò dissapori. Così Cuomo lo silurò e Gargiulo avviò un dialogo col Pd. Ora il cambio di programma con il rientro in coalizione dell’ex assessore sindaco di una coalizione guidata da un primo cittadino leghista che ha firmato una investitura per la successione (Gargiulo).Entro due settimane il Pd ufficializzerà le proprie mosse. Un mandato esplorativo è stato conferito dal circolo locale dem al segretario cittadino Persico, incaricato «di promuovere ogni iniziativa utile ad aggregare,​ attorno ad un programma condiviso e​ in un contesto anche civico, tutti coloro che, pur partendo da posizioni politiche diverse, intendano riaffermare, nella gestione della cosa pubblica, quei principi di trasparenza, competenza e buona amministrazione che la classe dirigente al governo della nostra città ha troppo spesso vilipeso».

CRONACA