Sorrento al voto, la Lega si smarca dal candidato Gargiulo: «Non è una scelta del nostro partito»

Salvatore Dare,  

Sorrento al voto, la Lega si smarca dal candidato Gargiulo: «Non è una scelta del nostro partito»

«L’ottimo Mario Gargiulo è la scelta di una parte della maggioranza uscente e non della Lega». Parole e musica del segretario cittadino del Carroccio, Clara Rolla, che verso le Comunali in programma a fine primavera aggiunge un altro tassello “interpretativo” alla genia della candidatura a sindaco di Gargiulo. Ex assessore, silurato due anni fa dal primo cittadino Giuseppe Cuomo perché sostenne i candidati del Pd alle Politiche, è stato clamorosamente ripescato dall’amministrazione. Tanto da divenirne candidato sindaco. Un’investitura arrivata con la firma di Cuomo, fresco tesserato salviniano e pronto a correre alla Regionali. L’equazione politica fa pensare che Gargiulo sia espressione pure della Lega.Rolla, invece, dice l’opposto. O meglio. Precisa che «al momento posso solo dire che, poiché le consultazioni per esprimere i candidati alla carica di sindaco di Sorrento sono in fieri, non mi è ancora possibile fare endorsement ufficiale ad un soggetto politico piuttosto che ad un altro. Va detto altresì che Cuomo, con cui personalmente ho un ottimo rapporto di colleganza e collaborazione partitica oltre che di datata stima personale, da sindaco uscente, non ha indicato il candidato della Lega, ma colui che dalla sua valutazione della volontà dei gruppi che facevano parte della sua maggioranza, risulta essere il candidato col maggior consenso e supporto».La certezza è evidente: «In altre parole, l’ottimo Mario Gargiulo è la scelta di una parte della maggioranza uscente, e non della Lega. Pertanto, poiché in linea con le indicazioni di Matteo Salvini, prerogativa e cifra distintiva della Lega è portare avanti discorsi di inclusione quanto più ampia possibile, ed è doveroso ascoltare sempre tutte le parti sociali ed in causa per poi dall’ascolto far scaturire le decisioni, io, in qualità di segretario e rappresentante cittadino della Lega, renderò note le mie posizioni ufficiali, solo dopo aver ben valutato ed esaminato tutti i programmi e le candidature in lizza per le elezioni Comunali di Sorrento».Quindi una mezza conferma che la Lega addirittura non presenterà il proprio simbolo. Ci sono voci che confermano che anche il Pd possa fare la stessa scelta: «Aggiungo che al momento escludo che i partiti presenteranno liste con i simboli di partito», chiude Rolla.

CRONACA