Coronavirus: “disporre colloqui via web nelle carceri” 

Redazione,  

Coronavirus: “disporre colloqui via web nelle carceri” 

NAPOLI – Colloqui tra detenuti e parenti solo via web, sospensione dei permessi d’uscita e degli ingressi, l’istituzione di un’unità di crisi del Provveditorato e dotare gli operatori di mascherina e altri dispositivi di protezione. A chiederlo, al provveditore regionale dell’amministrazione penitenziaria Antonio Fullone, è Ciro Auricchio, dell’Unione Sindacati di Polizia Penitenziaria, al fine di tutelare la salute dei carcerati e del personale in servizio negli istituti di pena.”In un clima di tensione come quello che stiamo vivendo, con agenti e detenuti preoccupati – dice il sindacalista – è bene calmierare ma soprattutto prevenire la diffusione del contagio secondo le linee dettate dal Ministero della Salute: chiediamo l’individuazione di spazi nelle sezioni detentive da dedicare a eventuali soggetti in quarantena e, per eventuali casi più gravi che richiedano l’ospedalizzazione, aree dedicate esclusivamente alla popolazione carceraria”.

CRONACA