Coronavirus, 158 contagi in Campania: un morto

Ciro Formisano e Vincenzo Lamberti,  

Coronavirus, 158 contagi in Campania: un morto

Altra vittima del Coronavirus in Campania. Ieri un anziano contagiato è deceduto all’ospedale Cotugno di Napoli. E’ il terzo caso di decesso sospetto censito dall’inizio dell’emergenza ad oggi. Ad ora l’unica morte certificata causata dal Coronavirus in Campania riguarda un uomo della provincia di Caserta.  In generale cresce anche il numero complessivo dei contagiati nella regione. Il dato, ieri sera, ha raggiunto i 157 casi complessivi. Tra martedì notte e mercoledì mattina sono stati eseguiti 87 tamponi nell’ospedale di riferimento del capoluogo campano. Di questi 10 sono risultati positivi.

Tre casi in provincia

Non si frena il contagio nemmeno in provincia dove in tutto sono 44 i casi accertati. A Striano, come annunciato dal sindaco Antonio Del Giudice, un’altra donna è risultata positiva. Si tratta di una signora residente nel piccolo Comune vesuviano ma da giorni ricoverata in un ospedale del salernitano. Il primo cittadino, attraverso un messaggio pubblicato sui social, ha annunciato che sono in corso tutti gli accertamenti necessari a ricostruire la trafila dei rapporti della contagiata. Nelle prossime ore verranno messe in quarantena le persone che hanno avuto contatti con la donna. La signora risultata positiva al tampone ha avuto contatti con la maestra della scuola Don Bosco di Torre del Greco, anche lei contagiata, dalla quale avrebbe contratto il virus. E proprio nella cittĂ  del corallo, focolaio del virus in provincia, nella tarda serata di ieri è stato accertato un nuovo caso. Anche in questa circostanza verrĂ  attivato l’ormai classico protocollo anti-contagio e verranno messe in campo tutte le misure atte a individuare chi ha avuto contatti con la persona risultata positiva al test. Altro episodio riguarda Pomigliano D’Arco. Qui a essere risultato positivo – secondo quanto comunicato dai sindacati – è stato un lavoratore dello stabilimento “Avio Aereo”. In serata due tamponi positivi sono stati registrati all’ospedale di Boscotrecase. Uno dei due riguarda un anziano di Terzigno di 77 anni. L’altro è di Torre del Greco ed ha 72 anni.

Boom di isolati

Tanti anche i cittadini che si sono autodenunciati nel corso di queste ore confinandosi in quarantena. Si tratta, per lo più, di persone e giovani che nei giorni scorsi hanno lasciato il Nord Italia per tornare al Sud. In tutto sono oltre un centinaio lungo la fascia costiera vesuviana. Il caso più eclatante riguarda Torre Annunziata. Qui sono 40 le persone che si sono auto denunciate e che dalle scorse ore si trovano in quarantena. Dal Comune hanno fatto anche sapere che chi non rispetterà l’isolamento in casa rischia una denuncia penale. Sono 40 le persone in auto-isolamento anche a Castellammare di Stabia, ventisette si sono denunciate martedì, altre tredici nella giornata di ieri. E ancora 25 casi di auto-isolamento a Pompei, 19 a Boscoreale, 10 a Sorrento, 5 a Piano, 4 a Sant’Agnello. Numeri resi noti dalle amministrazioni comunali che stanno provando a gestire dall’interno l’emergenza, con controlli serrati e censimento quotidiano delle persone a rischio contagio. Come successo a Ercolano dove ieri mattina il primo cittadino, Ciro Buonajuto, ha annunciato che il tampone eseguito su un cittadino nelle scorse ore è risultato negativo. A chiudere il cerchio i dati del resto della regione. Nel solo Comune di Napoli sono in tutto 56 le persone contagiate. Ventisei nella provincia di Caserta, 17 in quella di Salerno. E ancora i 7 contagiati dell’avellinese, i 2 della provincia di Benevento.

CRONACA