Coronavirus: chiesto un presidio di primo soccorso nell’ex ospedale di Torre Annunziata

Redazione,  

Coronavirus: chiesto un presidio di primo soccorso nell’ex ospedale di Torre Annunziata

TORRE ANNUNZIATA – Un presidio di primo soccorso nell’ex ospedale di Torre Annunziata. È la richiesta formulata dal sindaco della città vesuviana, Vincenzo Ascione, in una lettera inviata al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. L’iniziativa del primo cittadino prende le mosse dalla decisione del direttore sanitario dell’Asl Napoli 3 Sud, Fernando Siani, che ha disposto la chiusura del pronto soccorso dell’ospedale di Boscotrecase, in quanto il presidio ospedaliero è stato individuato come riferimento per i pazienti contagiati o con sospetto di contagio da Covid-19.

”In considerazione di tale decisione – afferma il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione – ho inoltrato al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, la proposta di localizzare nell’ex ospedale di Torre Annunziata, attualmente sede del distretto 56-unità operativa Salute Mentale dell’Asl Napoli 3 Sud, un presidio di primo soccorso ospedaliero al servizio di una vasta fetta di popolazione, comprendente i comuni di Torre Annunziata, Boscoreale, Boscotrecase, Trecase e Terzigno”. ”Il tutto potrebbe essere realizzato in tempi relativamente brevi – conclude Ascione – in quanto i locali già sono nella piena disponibilità dell’Asl e in condizioni tali da poter essere utilizzati da subito. Confido nella sensibilità del governatore De Luca affinché si possa ripristinare un servizio utilissimo ad una fascia di utenza molto estesa”.

CRONACA