Castellammare, ennesimo contagio al San Leonardo: è un infermiere. E’ il caso numero 17 in ospedale

Redazione,  

Castellammare, ennesimo contagio al San Leonardo: è un infermiere. E’ il caso numero 17 in ospedale

La Protezione Civile della Regione Campania ha comunicato al sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino che c’è un altro cittadino positivo al Covid-19. Si tratta di un 49enne infermiere, sottoposto nei giorni scorsi al tampone, il cui esito ha rivelato la positività al coronavirus. L’uomo è attualmente in isolamento domiciliare «e a lui, come a tutti quelli che oggi lottano per vincere la loro battaglia contro il virus, rivolgo il mio in bocca al lupo per una pronta guarigione». Con quello odierno, i contagiati totali al San Leonardo sono diciassette dall’inizio della pandemia.

Dopo 48 ore senza contagi, si registra dunque un nuovo caso. «La diffusione del virus è ancora elevata e non dobbiamo mollare la presa – dice Cimmino – Restiamo uniti, evitiamo i contatti sociali e tutti insieme, con maturità e senso di responsabilità, vinceremo questa sfida. Dall’Asl ci arriva, intanto, una notizia positiva: una paziente di 72 anni è stata dichiarata ufficialmente guarita, all’esito degli ultimi due tamponi, risultati entrambi negativi. Sono 8 pertanto i cittadini guariti a Castellammare di Stabia, con l’auspicio che questo numero possa crescere sempre più nei prossimi giorni».

Sale così a 35 il numero dei cittadini contagiati, di cui 23 tuttora positivi, 5 deceduti e 8 guariti, mentre in isolamento domiciliare ci sono 58 persone. La polizia municipale, intanto, ha controllato 316 persone, denunciando 2 cittadini che circolavano in strada senza valida motivazione, sanzionati con una multa da 400 euro e l’obbligo di quarantena per 14 giorni. Sono pervenute, infine, 38 donazioni, per un totale di 13.110 euro, al conto corrente del Comune di Castellammare di Stabia dedicato alla raccolta fondi per l’acquisto di beni di prima necessità e generi alimentari per le persone bisognose e di strumenti di protezione per il personale sanitario dell’ospedale San Leonardo.

CRONACA