Boscoreale: tenta di fuggire all’alt dei carabinieri. Preso pusher 36enne

Pasquale Malvone,  

Boscoreale: tenta di fuggire all’alt dei carabinieri. Preso pusher 36enne

I carabinieri hanno arrestato un pregiudicato del posto per detenzione di droga ai fini di spaccio e sequestrato un chilo di hashish. A finire nei guai è Raffaele Solimeno, 36 anni di Boscoreale, che aveva gettato via la droga e tentato la fuga. Sentitosi braccato, si è consegnato qualche ora più tardi ai militari dell’Arma agli ordini del maresciallo Massimo Serra.Solimeno è stato intercettato in via Panoramica da un pattuglia che perlustrava l’area in borghese. Era in sella al suo ciclomotore in compagnia di una donna col volto travisato dal casco e dalla mascherina anti-covid.

Quando i militari gli hanno intimato l’alt, l’uomo ha prima rallentato e poi si è dato alla fuga, gettando via una pochette da uomo nel tentativo di scampare il pericolo. Nella borsetta erano custoditi ben 5 panetti di hashish per complessivi 973 grammi. Grazie alla manovra elusiva, il 36enne era riuscito a far perdere le tracce.

Ma per lui le ore erano contate. I carabinieri gli sono stati addosso controllando la sua abitazione e quella dei suoi familiari. E così, sentitosi braccato, ha deciso di consegnarsi in tarda serata.Giudicato per direttissima presso il tribunale di Torre Annunziata, l’uomo è stato sottoposti agli arresti domiciliari.Le indagini, tuttavia, non sono affatto chiuse. Gli inquirenti vogliono vederci chiaro e approfondire la posizione di Solimeno: pusher o corriere? E per chi? Interrogativi che aprono nuovi scenari nella gestione del traffico di sostanze stupefacenti. Inoltre, resta da identificare la donna che viaggiava insieme a lui.

CRONACA