Pompei. Emergenza Covid, bonus fitti solo per 57 famiglie

Salvatore Piro,  

Pompei. Emergenza Covid, bonus fitti solo per 57 famiglie

Emergenza Covid-19 e sostegno al fitto per i bisognosi: in arrivo i contributi per 57 famiglie. “Il Comune pagherà entro fine agosto” promette il dirigente delle Politiche Sociali di Palazzo de Fusco, Raimondo Sorrentino. Il responsabile del Terzo Settore al Comune di Pompei così risponde ai ritardi lamentati da molti cittadini nell’erogazione del sostegno al fitto 2020 gestito dall’Ente per far fronte a “situazioni di emergenza socio/economica” derivanti anche “da una diminuzione della capacità di reddito per effetto delle misure restrittive per il contenimento dell’epidemia da Covid-19”. Le domande di partecipazione andavano inoltrate al Comune di Pompei entro il 7 maggio scorso. Ma i soldi – pari al 50% del canone mensile per tre mensilità e un importo massimo del contributo erogabile di 750 euro – saranno accreditati solo a fine agosto. Le lungaggini, almeno in parte, sarebbero però da attribuire alla Regione Campania, che nel suo piano socio-economico di aiuti ha stanziato fondi per oltre 6 milioni di euro da ripartire poi tra i cittadini dei Comuni interessati. “I fondi inizialmente destinati a Pompei dal piano socio-economico regionale” chiarisce il dirigente Raimondo Sorrentino “non coprivano neppure il 20% del nostro fabbisogno. Fortunatamente, in seguito, abbiamo ottenuto un incremento”. Sono in totale 201 le famiglie che rientrano nella graduatoria definitiva degli ammessi. Ma il Comune di Pompei, per ora, procederà a pagare 35 mila euro complessivi in favore delle prime 57 famiglie in graduatoria. Gli importi oscillano da un minimo di 211 euro fino a un massimo di 750 euro. Successivamente, comunque entro il 31 agosto, “dovremmo riuscire ad accontentare i restanti ammessi” dichiara ancora Sorrentino. E tutto grazie a una seconda tranche di contributi, che complessivamente ha destinato circa 117mila euro per i nuclei familiari di Pompei “titolari di un contratto di locazione che hanno subito una diminuzione della capacità reddituale per effetto delle misure restrittive per il contenimento dell’epidemia”. Sono invece 49 le famiglie definitivamente escluse dal contributo per l’assenza dei regolari requisiti di partecipazione. Altro capitolo, invece, riguarda l’ordinario bando fitti regionale del 2019, le cui domande – prorogate a seguito dell’emergenza coronavirus – andavano presentate entro il 27 aprile scorso. La complessiva copertura regionale, in questo caso, ammonta a circa 26 milioni di euro. E tutto grazie a 12 milioni di euro di trasferimenti statali aggiuntivi, per effetto della pandemia, rispetto agli iniziali 13 milioni di euro stanziati dalla Regione Campania. Al Comune di Pompei, in questo caso, sono stati destinati circa 100 mila euro. “E’ una somma con la quale non riusciamo ad accontentare tutti i richiedenti. Per il bonus affitti ordinario” sottolinea il dirigente comunale Raimondo Sorrentino “abbiamo ricevuto circa 400 richieste. I fondi in arrivo bastano per accontentarne, presumibilmente, la metà”. Ma il 50% dei richiedenti, in questo caso, otterrà il contributo di sostegno soltanto “entro fine settembre. La Regione” spiega e conclude Sorrentino “ha chiesto ai Comuni di svolgere una fase istruttoria di controllo documentale”.

CRONACA