Salvatore Dare

Campania, altri 183 casi. Record dopo il lockdown, casi a Vico e Castellammare

Salvatore Dare,  

Campania, altri 183 casi. Record dopo il lockdown, casi a Vico e Castellammare

I nuovi casi di Covid 19 in Campania continuano ad aumentare. Ce ne sono altri 183, rispetto a giovedì: si tratta del numero più alto registrato dal 2 aprile scorso, in pieno lockdown. Ma fortunatamente non c’è un boom di ricoveri e non si registrano decessi. Anzi, spuntano ulteriori 10 pazienti dichiarati guariti. Nel dettaglio, come precisa l’Unità di crisi della Regione Campania, dei 183 nuovi positivi, 81 sono rientrati dalle ferie (36 dalla Sardegna, 45 da Paesi esteri) e ammontano a 5.494 i tamponi eseguiti.

In provincia di Napoli, particolare attenzione a Ercolano per 14 casi, tra i quali undici giovani che sono rientrati da vacanze trascorse fuori regione. Per salvaguardare la salute dei cittadini, il sindaco, Ciro Buonajuto, ha firmato un’ordinanza che dispone la sospensione di tutte le manifestazioni pubbliche sul territorio. «Non dimentico e non voglio far dimenticare a tutti voi che viviamo in uno dei momenti più delicati della storia del nostro Paese, dal Dopoguerra ad oggi. E forse certi atteggiamenti, come coloro che sono andati a ballare, non sono prudenti », dice il primo cittadino in un passaggio della diretta video su facebook. Sospese pure le visite notturne al Parco archeologico organizzate nell’ambito dei Venerdì di Ercolano, le serate speciali al Museo archeologico virtuale e lo spettacolo sul Vesuvio del Pomigliano Jazz Festival. Anche Open Festival-Ercolano nei luoghi e nell’arte, rassegna organizzata dal Comune di Ercolano con concerti, performance in strada e spettacoli dal vivo, è rimandato a data da destinarsi. Nella vicina San Giorgio a Cremano, sono 24 i cas di Covid 19. La tensione è alle stelle tant’è che in un palazzo del centro è stato affisso un cartello che segnalava la presenza di un positivo con tanto di piano e nome della famiglia. Per riportare la calma in città ed evitare violazioni della privacy dei contagiati, il primo cittadino di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, ha deciso di denunciare l’accaduto sulla propria pagina Facebook: «Non possiamo perdere la nostra umanità – spiega Zinno – Gesti del genere, oltre che andare contro la legge, sono ripugnanti perché violano la privacy dei singoli e creano una vergognosa caccia all’untore ». A Torre del Greco si registra un nuovo contagio: è un giovane di 21 anni, di rientro dalle ferie legato ai precedenti casi.

Contagi anche a Sorrento dove un turista, in arrivo presso un b&b, e due persone, di Napoli e di Caserta, proprietari di una seconda casa, sono risultati positivi al tampone: tutti sono in quarantena e costantemente monitorati dal personale sanitario.

A Vico Equense, si è in attesa dell’esito dei test su alcuni invitati e partecipanti a un matrimonio festeggiato al ristorante dello Scrajo perché una delle persone presenti all’evento è risultata contagiata. «Ma – dice il sindaco Andrea Buonocore – la situazione è sotto controllo». Positiva a Castellammare di Stabia una venticinquenne che, a seguito di alcuni sintomi sospetti, si è sottoposta al tampone. La ragazza è in isolamento domiciliare insieme al suo nucleo familiare.

CRONACA