Coronavirus, positivo infermiere del Covid Hospital di Boscotrecase

Redazione,  

Coronavirus, positivo infermiere del Covid Hospital di Boscotrecase

A pochi giorni dalla riapertura dei ricoveri nel Covid Hospital di Boscotrecase, arriva una brutta notizia per il personale sanitario. Il dipartimento di Prevenzione dell’Asl Napoli 3 Sud ha comunicato che “un cittadino di Boscoreale, infermiere presso la struttura di Boscotrecase, è risultato positivo al Covid-19”. Ad annunciarlo è stato il sindaco della cittadina vesuviana, Antonio Diplomatico, che ha confermato che i positivi nel Comune sono tre. “Questo dato – commenta il sindaco Antonio Diplomatico – ci conferma che il virus continua a circolare, perciò è necessario non abbassare la guardia e continuare ad adottare tutte le precauzioni raccomandate dalle autorità sanitarie. In tal senso rivolgo appello alla cittadinanza, richiamandola al senso di responsabilità per contenere la diffusione del virus”. L’infermiere, però, era già in quarantena dopo la comparsa dei primi sintomi. Dunque, secondo quella che è la prassi e considerato l’assoluto rispetto delle regole all’interno dell’ospedale, nessuna conseguenza dovrebbe arrivare per il resto della struttura sanitaria. I numeri della giornata di ieri, in Campania, continuano a preoccupare: i pazienti positivi al Covid sono 260 (di cui 218 del giorno + 42 contabilizzati ieri degli 83 comunicati domenica) a fronte di 4353 tamponi eseguiti. Non è registrato alcun decesso. Dodici invece le persone che sono guarite. Dei 260 positivi di ieri, 64 provengono da Paesi esteri e 12 dalla Sardegna. In Italia altri 9 pazienti affetti da coronavirus sono finiti in terapia intensiva nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, portando il totale a 142. In Campania, infatti, sono sette al momento le persone in terapia intensiva. In provincia di Napoli, intanto, i casi continuano a salire. Uno dei record è quello di Portici dove il sindaco Enzo Cuomo ha annunciato: “Siamo a 36 contagi per i rientri dall’ estero e da località di vacanza. Non sono focolai in quanto i contagiati non appartengono a stesse comitive o a stessi nuclei familiari e sono ben circoscritti. 5 delle 36 persone già hanno effettuato i primi tamponi di guarigione che sono negativi,in settimana la Asl disporrà l’effettuazione dei tamponi di guarigione per altre 8 persone che stanno completando l’isolamento domiciliare di 14 giorni” le parole del sindaco. Segno positivo anche in diverse città della provincia: a Pompei sono otto i positivi attualmente censiti, due nuovi casi a Ottaviano, uno a Terzigno e un altro a Striano. Anche Castellammare fa contare, nel bilancio complessivo, altri due contagi: una 44enne e un 55enne attualmente in isolamento domiciliare. Tre nuovi casi a Meta e un altro a Sant’Agnello. Ma anche due pazienti guariti, uno a Piano di Sorrento e un altro a Massa Lubrense. E’ il bollettino, aggiornato a ieri sera, della pandemia in penisola sorrentina. A Meta, risultano contagiate tre persone, dello stesso nucleo familiare: sono in isolamento domiciliare e le loro condizioni di salute risultano essere buone. Positiva anche una donna di Sant’Agnello, asintomatica, parente di un cittadino già contagiato dal Covid 19. Buone notizie da Massa Lubrense e Piano di Sorrento: due pazienti hanno avuto esito negativo dall’ultimo test e sono ufficialmente guariti.