I Circoli nautici della Campania verso l’albo regionale e la consulta per i problemi della nautica

Redazione,  

I Circoli nautici della Campania verso l’albo regionale e la consulta per i problemi della nautica
dav

Salerno. L’unione fa la forza. È il motto sposato dai circoli nautici e dalle sezioni della Lega Navale Italiana della Campania, pronti a costituirsi in associazione per dare più “peso specifico” alle loro idee. Un’iniziativa supportata da una specifica proposta di legge all’attenzione del consiglio regionale che, attraverso sei articoli, di fatto fornirà un nuovo status ai sodalizi.Sulla bontà della proposta, denominata “Disposizioni per il riconoscimento dei circoli nautici della Campania”, e sulle importanti ricadute che essa può avere sulla loro attività se ne è discusso ieri, mercoledì 9 settembre, nel corso di un incontro che ha visto la partecipazione dei rappresentanti dei sodalizi campani e nel quale sono intervenuti il presentatore della proposta, Francesco Picarone, e l’estensore del documento, Luigi Roma. Ad introdurre i lavori, svoltisi sulla terrazza del Circolo Irno di Salerno alla presenza del presidente Gianni Ricco, il presidente del circolo nautico Torre del Greco, Gianluigi Ascione, tra i primi a credere nella bontà dell’iniziativa.“La proposta di legge – i concetti espressi da Roma – in primis mira ad istituire l’albo regionale dei circoli nautici e la consulta permanente per i problemi della nautica in Campania. Inoltre, grazie al premio annuale per i circoli nautici della Campania, mette a disposizione fondi utili a promuovere manifestazioni sportive di carattere nazionale e internazionale”.“L’obiettivo principale – la tesi di Picarone – è dare rappresentanza ad un mondo che ha come prerogativa l’amore per la natura, l’ambiente, il diporto nautico. Un aspetto che la Regione ha già posto in essere finanziando gli interventi per i piccoli porti regionali. La nostra convinzione è che solo attraverso il coinvolgimento dei circoli è possibile dare nuovo slancio alle tematiche legate al mare, che sono poi di interesse comune”.A portare i loro saluti tra gli altri sono intervenuti il vicepresidente del Coni Campania, Matteo Autuori; il vicepresidente della Federazione medico sportiva Vincenzo Russo; il presidente regionale della Federazione Canottaggio Pasquale Giugno.