Andrea Ripa

Uno scontro generazionale sul Matt di Terzigno, l’esperto Auricchio attacca il giovane Ferraro

Andrea Ripa,  

Uno scontro generazionale sul Matt di Terzigno, l’esperto Auricchio attacca il giovane Ferraro

La serata della presentazione delle liste della coalizione della maggioranza uscente non è passata sottotraccia. Le parole di chi ha preso parte all’evento sono state passate al setaccio, soprattutto da chi vuol mandare a casa l’attuale compagine di governo. A finire nel mirino stavolta è il giovane consigliere Biagio Ferraro, entrato in corso d’opera in consiglio comunale e oggi candidato con Terzigno Democratica, la lista dei giovani dem a sostegnodel sindaco uscente. Nel corso del suo intervento durante la presentazione delle liste di giovedì sera ha parlato dei giovani e dei luoghi che l’attuale amministrazione ha messo a disposizione delle fasce giovanili. «Abbiamo un campo polivalente aperto notte e giorno. Abbiamo un’aula studio nel museo archeologico che ci invidiano da tutti i paesi. Nel nostro paese puntiamo il dito uno contro l’altro», le parole dell’aspirante consigliere comunale. Parole su cui s’è soffermato Domenico Auricchio, senatore emerito e oggi aspirante consigliere, anche lui, ma nella coalizione “Amare Terzigno senza fine”. «Mi hanno riferito delle sue frasi, a cui non posso non fare chiarezza. Quella coalizione vanta la realizzazione del museo, io ho passato gli anni della mia vita dietro quel progetto. Anche quando ce lo volevano scippare, – dice Auricchio – la mia vita è in quei locali. Conosco ogni angolo. Bastava fare un riferimento a chi davvero ha dato tanto. Chi oggi rivendica quell’opera, io non l’ho mai visto. E sul campetto polivalente, dovrebbero ringraziare il prefetto De Martino. Ma spesso qualcuno ha la memoria corta».