Andrea Ripa

Assalto alla tabaccheria del candidato al consiglio comunale di Terzigno

Andrea Ripa,  

Assalto alla tabaccheria del candidato al consiglio comunale di Terzigno

Un raid nella notte avvolto nell’ombra. Sconosciuti hanno assaltato la tabaccheria di Salvatore Carillo, candidato al consiglio comunale di Terzigno. I vetri del distributore, adiacenti al manifesto elettorale dell’imprenditore terzignese, sono stati sfondati, probabilmente con una mazza. Un colpo a due passi dal centro storico della città vesuviana che si consuma in un periodo particolare: le elezioni amministrative infatti si terranno tra pochi e il fatto che il raid sia legato al ritorno alle urne del prossimo 20 e 21 settembre è un’ipotesi oggi al vaglio delle forze dell’ordine. Si indaga da ieri mattina per provare a dare un nome e un volto ai balordi che hanno sfondato il vetro dell’esercizio commerciale per portare via qualche bibita. Un bottino magro, tuttavia destinato ad alzare la tensione in città. «Spero si sia trattato di un poveraccio. Se poi è qualcuno che pensa di intimorirmi, hanno sbagliato palazzo», spiega Carillo che corre per una poltrona al consiglio comunale nella lista Terzigno & futuro a sostegno della candidatura a sindaco di Vincenzo Aquino. Oltre all’ipotesi di un avvertimento – Carillo è tra i principali sponsor dell’uomo indicato come il rivale numero uno della maggioranza uscente – non è esclusa la pista di una bravata. Ma è chiaro che un raid a pochi giorni dalle comunali nel negozio di un candidato fa scattare l’allerta massima.

L’impegno politico

Nonostante ciò prosegue senza sosta l’impegno politico del candidato al consiglio comunale Salvatore Carillo. Finito nel mirino dei malviventi la scorsa notte, oggi dice che «non si fermerà». Mentre le indagini delle forze dell’ordine proseguono senza sosta, gli incontri programmati in vista del ritorno alle urne previsto per il prossimo 20 e 21 settembre vanno avanti. A differenza di cinque anni fa, Carillo, tra i più convinti sostenitori della candidatura di Vincenzo Aquino alla carica di sindaco, ha ben in mente gli obiettivi della prossima amministrazione comunale. «Credo che impegnarsi per la realizzazione dell’Area Pip sia un dovere dal quale nessuno si può più esimere. Il progetto è lì, chiuso in un cassetto da due anni e mezzo. Mentre le aziende scappano dal nostro territorio nel silenzio generale dell’amministrazione. Noi vogliamo ridare ossigeno alle attività produttive e al commercio di questo territorio». E un feedback in tal senso è arrivato nel corso di un incontro con l’onorevole Piero De Luca, giunto un mese fa in città per sostenere la candidatura di Autilia Carillo alla Regione, proprio nelle liste del Pd, ha garantito un impegno del governo regionale nella realizzazione di un’opera che la comunità attende da tempo. «Noi faremo la nostra parte sostenendo una nostra concittadina alle regionali, sarà importante avere una rappresentante di questo territorio a palazzo Santa Lucia», dice Carillo. Ma un passaggio non può non passare per il passaggio da Ranieri – che aveva sostenuto nel 2015 – ad Aquino. «Il nostro sindaco è una persona competente, l’immobilismo dell’amministrazione che vogliamo mandare a casa si è rivelato deleterio per il paese».