Giovanna Salvati

Spazzino picchiato durante il servizio di raccolta rifiuti a Torre Annunziata

Giovanna Salvati,  

Spazzino picchiato durante il servizio di raccolta rifiuti a Torre Annunziata

È stato picchiato mentre stava lavorando. Pestato senza nemmeno avere la possibilità di reagire e difendersi. È quanto accaduto la scorsa notte a Torre Annunziata in via Vittorio Veneto. La vittima è un operatore ecologico in servizio alla società del Comune, la Prima Vera, che si occupa della raccolta differenziata in città. L’uomo era di servizio insieme ad un collega quando è stato aggredito da una persona che prima ha inveito contro di lui insultandolo e poi lo ha picchiato. Una scena che si è consumata in pochi istanti e che è stata poi denunciata al responsabile della società che ha tempestivamente allertato le forze dell’ordine che hanno già ascoltato il collega. Il netturbino aveva raccolto alcune buste davanti ad un’abitazione e si stava dirigendo verso il camion per depositare i rifiuti. Un uomo lo ha ripetutamente chiamato con insistenza. Il netturbino ha prima chiesto di abbassare i toni e poi è andato via. Dopo pochi secondi l’aggressore lo ha bloccato e pestato. Calci e pugni prima che intervenisse il secondo netturbino in suo aiuto mettendo in fuga l’aggressore. La vittima è stato trasportata al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia ed è stato poco dimesso dopo perchè ha riportato sul corpo ed è poi tornato a casa. Nelle prossime ore il netturbino sarà ascoltato di nuovo e proverà a fare anche un identikit del suo aggressore. L’uomo ha dichiarato per ora  di non conoscere l’aggressore e di non  aver mai ricevuto nessuna intimidazione o minaccia. Diverse le ipotesi che però si fanno largo in queste ore: una possibile ritorsione legata al lavoro o alla vita personale dell’uomo. Intanto sono state acquisite anche le immagini della videosorveglianza nel tentativo di recuperare qualche immagine utile a  ricostruire così la sequenza dell’aggressione, e in particolare il volto dell’uomo che sarà denunciato. Non è la prima volta che un netturbino viene picchiato a Torre Annunziata: era già accaduto diversi anni fa, in quel caso l’episodio era legato proprio al servizio di raccolta rifiuti e alla protesta di alcuni cittadini che lamentavano la scarsa pulizia delle strade, e in alcuni casi l’assenza totale, della rimozione dei rifiuti, ad esempio in quel caso nel rione Penniniello. E’ stato anche avviato un procedimento interno. L’operatore ecologico è già tornato in servizio e sta svolgendo  il suo lavoro. Una vicenda che è stata condannata anche dall’amministrazione comunale e dagli stessi dipendenti della società che hanno espresso solidarietà all’uomo. ©riproduzione riservata