Ore decisive per la nuova giunta di Poggiomarino, resta il nodo tra Forza Italia e Fratelli d’Italia

Andrea Ripa,  

Ore decisive per la nuova giunta di Poggiomarino, resta il nodo tra Forza Italia e Fratelli d’Italia

Sono ore decisive per la nascita della nuova giunta comunale di Poggiomarino. Le trattative partite subito dopo i festeggiamenti per la vittoria del sindaco, Maurizio Falanga, arriveranno in dirittura d’arrivo al massimo entro la fine di questa settimana, quando il nuovo primo cittadino potrebbe comunicare le nomine – su indicazione dei partiti che lo sosteranno durante i prossimi cinque anni – per l’esecutivo destinato a guidare il municipio. Pochi i nodi da sciogliere per una squadra che potrebbe stravolgere anche i volti del consiglio comunale venuto fuori dalle urne. Molte le “promozioni” tra gli eletti che passeranno dal consiglio comunale alla giunta cittadina. Su tutte quella di Maria Carillo, la donna più votata della tornata elettorale, inserita nella lista Cambiamo Insieme per Poggiomarino, entrerà a far parte dell’esecutivo cittadino. Dovrebbe assumere le deleghe a politiche sociali, sport e spettacoli. Ma non sarà l’unico consigliere eletto che passerà dalla poltrona dell’aula a quella da assessore. Perché anche il più votato della coalizione di centrodestra, Luigi Belcuore, dopo i cinque anni tra le fila del gruppo di minoranza, potrebbe finire ad arricchire la squadra degli assessori agli ordini del sindaco Maurizio Falanga. Nomi che verranno ratificati nei prossimi giorni, quando saranno sciolti gli ultimi nodi ancora in piedi. Tra questi quelli per la presidenza del consiglio comunale contesa tra Fratelli d’Italia e Forza Italia, pronti a proporre un proprio candidato all’interno del consiglio comunale per assumere l’incarico di capo dell’assise. Gli azzurri, che hanno rinunciato a presentare un proprio candidato a sindaco per sostenere il nome di Maurizio Falanga alle urne, puntano su Francesco Parisi che è risultato il più votato del partito alle ultime elezioni; mentre i meloniani sono pronti a puntare su Giuseppe Orefice, coordinatore cittadino del partito, uscito rinforzato dalla battaglia elettorale  per essere la prima forza politica dello schieramento ha trionfato alle ultime elezioni amministrative.

CRONACA