Alta tensione prima di Juventus-Napoli, gli azzurri attendono altri tamponi. L’allarme dei medici partenopei

Redazione,  

Alta tensione prima di Juventus-Napoli, gli azzurri attendono altri tamponi. L’allarme dei medici partenopei

L’attesa è per i tamponi ma i muscoli lavorano in vista del match con la Juventus. Il Napoli nella settimana dopo lo tsunami del focolaio covid nel Genoa ha fatto oggi il secondo giro di tamponi dopo che quelli di martedì sono risultati tutti positivi. “La negatività di ieri – spiega Vincenzo Mirone, urologo della Federico II e responsabile protocollo covid del club azzurro – è una buona notizia ma ora entriamo nel vivo, dobbiamo conoscere i risultati attesi per domani e quelli di sabato per dare il via libera a Juventus-Napoli. Sabato avremo una certezza precisa e affidabile e dovremo riflettere. Ci auguriamo che tutti siano negativi ma se avessimo due, tre giocatori positivi la mia opinione è che sarebbe un rischio giocare la partita. Qualche altro giocatore potrebbe incubare il virus e rischiamo che accada come al Genoa, che l’incubazione finisca la domenica e si sblocchi anche la contagiosità mentre le squadre vanno in campo. Sarebbe un rischio per i compagni e per la Juventus”. Tutti i giocatori del Napoli sono comunque asintomatici e questa è una buona notizia per lo spirito di squadra anche se non incide sulla positività o meno nei prossimi giorni. Questa la situazione al momento in una squadra che cerca la concentrazione nella settimana che di solito porta alla partita più importante dell’anno ma che invece stavolta porta al risultato dei test di sabato sera, più importanti. Intanto il Napoli continua il lavoro sul mercato nello sprint finale delle contrattazioni. La priorità è il centrocampista incontrista con l’ingresso in lista, come riportato da L’Equipe, di Toma Basic, croato 24enne del Bordeaux che avrebbe già aperto a un trasferimento in azzurro, ma ora tocca passare per la trattativa con i francesi. In primo piano anche Tiemoue Bakayoko del Chelsea, obiettivo ambizioso su cui Giuntoli starebbe lavorando. In uscita, il Napoli ha salutato Zinedine Machac andato in prestito al VVV-Venlo, in Olanda, mentre Amin Younes è sulla strada dell’Eintracht Francoforte. Resta il problema Milik che sembra aver perso la strada che porta al Totthenham di Mourinho che sta per firmare con Vinicius, ex primavera azzurro cresciuto al Benfica e pronto a partire per circa 45 milioni di euro per la Premier.

CRONACA