Castellammare. Cimmino lancia la sfida della Ztl: «Migliorerà la città»

Tiziano Valle,  

Castellammare. Cimmino lancia la sfida della Ztl: «Migliorerà la città»

«La polemica che sta sollevando l’Ascom è strumentale e la rispedisco al mittente». Il sindaco Gaetano Cimmino è su tutte le furie per gli attacchi ricevuti negli ultimi giorni dall’opposizione, ma soprattutto dall’associazione dei commercianti. «Sento dire che non c’è stata concertazione e non lo consento – dice il primo cittadino – Il Piano di Mobilità è il frutto di un lavoro durato 18 mesi in cui di confronti ce ne sono stati tanti sia formali che informali. Lo abbiamo presentato all’opposizione, ne abbiamo discusso con il Forum delle associazioni. Per quanto riguarda l’Ascom hanno avuto confronti costanti sia con l’assessore Scafarto, che con il vicesindaco Calì».

Perché ce l’ha tanto con l’Ascom?

«Io non ce l’ho con l’Ascom, ma con la polemica che sta alzando per tentare di delegittimare le scelte dell’amministrazione e il lavoro fatto dai tecnici. Sanno da 18 mesi che stiamo lavorando a questo piano: hanno dato un incarico ufficiale a un urbanista per dare un contributo? Non mi risulta. Ecco perché parlo di polemiche strumentali».

A prescindere dalle polemiche, ci sono strade paralizzate dal traffico.

«Stiamo verificando sul campo quelle che sono le criticità, ma fare un bilancio dopo tre giorni mi sembra assurdo e pretestuoso. Noi abbiamo aperto un parcheggio sulle Nuove Terme che consente di lasciare l’auto in sosta per tutta la giornata pagando due euro e usufruendo gratuitamente della navetta per arrivare in centro. Chi vuole dare il suo contributo costruttivo può cominciare a sponsorizzare questa opportunità, invece di fare polemiche sterili. Posso aggiungere un’altra cosa?».

Certo.

«In questi giorni s’è registrata una riduzione del traffico tra via Roma, via Nocera, via Catello Fusco e altre strade del centro cittadino ma pochi l’hanno sottolineato».

Non c’è il rischio che le persone dai comuni limitrofi non vengano più a spendere a Castellammare?

«Noi vogliamo un centro cittadino libero dallo smog, più ordinato e sicuro, questo può solo migliorare la quantità e la qualità degli avventori».

Mica penserà che chi la critica non abbia una visione?

«Non mi permetto. Sostengo solo che ogni volta che si toccano delle abitudini è inevitabile che ci sia un momento di preoccupazione. A tal proposito credo che con una ztl nel centro cittadino, ci sia anche l’opportunità per i negozi di stare aperti di domenica in questo momento di crisi e non solo. Presto approveremo il Puc e affrontare questo tema potrebbe essere un momento di confronto costruttivo».

Le critiche per la carenza di segnaletica e parcheggi non le sembrano costruttive?

«Un attimo dopo l’approvazione del Pum è arrivato il progetto di ampliamento del parcheggio della Ferrovia dello Stato. Ne abbiamo aperto uno da 300 posti sulle Nuove Terme, un altro nel mercato ortofrutticolo e presto nelle Antiche Terme. Siamo al lavoro anche per altre aree di sosta. Per quanto riguarda la segnaletica la stiamo già installando».

CRONACA