Covid: De Luca, basta con comportamenti irresponsabili

Redazione,  

Covid: De Luca, basta con comportamenti irresponsabili

Oms: l'effetto scuola non pesa ancora sui contagi. Le cose potrebbero mettersi male

Una foto che ritrae gli alunni di un liceo di Salerno riuniti in capannelli e senza mascherine. E il video di una festa al centro storico di Napoli. Sono “i comportamenti irresponsabili” tirati in ballo dal governatore campano Vincenzo De Luca nel corso dell’appuntamento social del venerdì per sottolineare la necessità di ripristinare atteggiamenti rigorosi nel contrasto al Covid. “Dopo l’estate, a luglio, ma soprattutto ad agosto – ha ricordato – c’è stato il dilagare di comportamenti irresponsabili come se si fosse diffusa l’idea che il Covid non esistesse più”. Per De Luca questi comportamenti devono rientrare immediatamente anche perché ci sono delle aggravanti rispetto a marzo e aprile: “C’è stata l’apertura dell’anno scolastico e si va verso il periodo dell’epidemia influenzale. Due elementi che devono rappresentare una preoccupazione in più e che ci devono suggerire di tornare ad avere comportamenti responsabili altrimenti il problema diventa serio”.

De Luca ha detto di auspicare mascherine all’aperto obbligatorie in tutta Italia, non solo in Campania: “Capiamoci bene – ha detto – se abbiamo gli assembramenti davanti alle scuole e ci sono centinaia di ragazzi senza mascherine, tra due settimane cominceremo a registrare le conseguenze di questi comportamenti. In occasione della festa al centro storico di Napoli abbiamo trovato 30 positivi tra i ragazzi che hanno partecipato a quell’evento. All’Asl Napoli 1 è toccata la ricostruzione dei contatti, oltre un centinaio. Urgono – ha sottolineato – comportamenti rigorosi come a febbraio, marzo e aprile altrimenti ci facciamo male”.

CRONACA