Scatta il piano screening: drive in tamponi in ogni città

vilam,  

Scatta il piano screening: drive in tamponi in ogni città

Le Asl stanno correndo ai ripari. I numeri di questi giorni hanno determinato un cambio di rotta. L’obiettivo è quello di tenere sotto controllo i contagi e avere un quadro della situazione quanto più ampio possibile. E’ per questo motivo che nel giro di pochi giorni le Asl allestiranno dei “drive-in test” per monitorare la situazione. A Castellammare, dove questa prassi era già in vigore, resta la possibilità di fare tamponi nella struttura delle Antiche Terme. Si arriva in auto, si compila un modulo e ci si sottopone al test. A breve anche Torre Annunziata si adopererà per avere un luogo deputato al “drive-in test”. Sarebbe stato scelto la sede del Comune in via Provinciale Schiti. Con un piazzale ampio dove le auto possono entrare e poi uscire dopo il test. Anche Gragnano si prepara: è l’ospedale di via Marianna Spagnuolo la sede indicata per effettuare i temponi in auto. “Abbiamo previsto un’area denominata drive-through in cui i nostri cittadini (già dai prossimi giorni) potranno essere sottoposti a tampone programmato senza scendere dall’auto, al fine di ridurre i tempi ed ottenere uno screening ampio sui cittadini di Ercolano a rischio” l’annuncio del sindaco Buonajuto. L’area dovrebbe essere quella all’uscita del casello di Ercolano.

Il caso Nocera. Cinque infermieri e sei pazienti contagiati, ma il numero potrebbe anche aumentare. È il bilancio che arriva dal reparto di medicina dell’Umberto I di Nocera Inferiore dall’esito dei tamponi eseguiti dopo che un infermiere è risultato positivo al Covid 19. I pazienti sono stati isolati. I degenti sono stati trasferiti in altri reparti mentre il sindaco Manlio Torquato, in ragione di un contagio di uno studente collegato a un camice bianco- su indicazione dell’Autorità sanitaria- ha disposto la chiusura di una classe dello scientifico. Per il primo cittadino, tuttavia, la siatuazione è sotto controllo nonostante la situazione epidemiologica riscontrata all’ Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore è apparsa abbastanza preoccupante. “Si è sviluppato un focolaio di infezione Covid presso il reparto di Medicina Generale dell’ Ospedale Umberto I. Esso riguarda alcuni pazienti in parte non residenti a Nocera Inferiore ed alcuni infermieri.  Per il sindaco Manlio Torquato la situazione è da ritenersi al momento tranquilla e tale da non destare preoccupazione. “Ma questo però non deve far abbassare la guardia, lo dicono anche gli ultimi numeri del bollettino regionale di ieri sera (544 positivi) per cui anche in ragione del Comitato convocato per evitare la diffusione del virus tenutosi martedì con il prefetto di Salerno Russo, i sindaci delle sette maggiori città della provincia di Salerno- di cui anche il sottoscritto fa parte- ed i responsabili provinciali delle forze dell’ordine, invitano ancora una volta, in particolare i giovani, ad applicare tutte le cautele”.

CRONACA