Proclamati gli eletti al consiglio di Poggiomarino, ci sono già due new entry

Andrea Ripa,  

Proclamati gli eletti al consiglio di Poggiomarino, ci sono già due new entry

E’ cominciata ieri mattina la nuova avventura del consiglio comunale di Poggiomarino. A oltre un mese dalla vittoria alle urne del sindaco Maurizio Falanga e dello schieramento che lo ha sostenuto alle ultime amministrative, è arrivato il via libera alla prcolamazione anche dei consiglieri che comporranno l’assise da qui ai prossimi cinque anni. Alla cerimonia nell’aula consiliare della sede distaccata del municipio erano presenti soltanto gli esponenti della nascente maggioranza di centrodestra, tornata al governo del paese dopo nove anni di dominio di marca Pd. I democrat, stavolta spediti all’opposizione dal voto popolare, presumibilmente prenderanno parte agli affari consiliari, una volta che sarà convocato il primo consiglio comunale. La proclamazione dei consiglieri comunali arriva a pochi giorni dalla nascita della nuova giunta del sindaco Falanga. Nell’esecutivo, infatti, sono stati “promossi” anche alcuni degli esponenti che erano stati eletti in consiglio comunale: come Luigi Belcuore – mister 744 voti con la lista Fratelli d’Italia – che ricoprirà la carica di vicesindaco del comune e come Maria Carillo, la donna che ha ottenuto il maggior numero di preferenze nell’ultima tornata elettorale 602 con la lista civica Cambiamo. Il passaggio dei due neo-eletti consiglieri nella giunta comunale, comporterà – all’insediamento in aula dei più votati della recente tornata amministrativa – l’innesto di due nuovi consiglieri, prenderanno il posto di Belcuore e Carillo che hanno ricevuto l’incarico di assessore. Primo dei non eletti nella lista di Fratelli d’Italia è Luigi Nappo, tra i protagonisti della sfiducia a Leo Annunziata a febbraio scorso, quando era nella maggioranza del sindaco filosofo. Entrerà in consiglio comunale anche Gennaro Falanga, primo dei non eletti della lista civica “Cambiamo”. Alla maggioranza del neosindaco del centrodestra unito andranno dieci seggi, all’opposizione capeggiata da Giuseppe Annunziata saranno assegnati invece sei seggi. Durante la prima seduta del consiglio comunale si procederà anche all’elezione del capo dell’assise.

CRONACA