Osimhen-Lozano: uomini copertine e Insigne va verso il rientro

Francesco Sabatino,  

Osimhen-Lozano: uomini copertine e Insigne va verso il rientro
Foto Salvatore Gallo Ag.Foto&Fatti

C’è Insigne in campo e ci sono Osimhen e Lozano in copertina nel Napoli che si gode il trionfo sull’Atalanta e prepara ora l’esordio europeo contro l’AZ Alkmaar. La prima buona notizia arriva da Castel Volturno con il capitano che ha oggi svolto una parte dell’allenamento con i compagni, prima di tornare a completare il suo programma personalizzato per superare del tutto la lesione di primo grado al bicipite femorale: l’obiettivo di Lorenzinho è tornare in campo per il derby con il Benevento del prossimo week end. Nel poker sull’Atalanta c’è invece la firma dei due volti nuovi del Napoli, che ha dimenticato il tridente dei piccoli dopo l’addio di Callejon e punta ora a palleggio e verticalizzazioni, in un’alternanza che sorprende le difese avversarie. Lozano è la sorpresa di questo avvio di stagione: il messicano ha studiato nella sua prima deludente stagione azzurra ma ora ha capito come funziona il calcio italiano e ha ritrovato personalità e coraggio. La doppietta contro i bergamaschi è la seconda consecutiva dopo quella segnata al Genoa e il capocannoniere del Napoli ora è lui che vuole dimostrare che vale i 40 milioni versati al Psv per lui. Due gol diversi, il primo di rapina, sotto porta, il secondo di precisione da fuori area e anche un esterno a fine gara sognando la tripletta. Gattuso ci ha creduto, lo ha trattenuto e ora se lo gode, lui lo ringrazia dicendo a fine partita “Gattuso mi ha messo a mio agio”. Ma brilla anche Osimhen, l’attaccante veloce ma tecnico, l’uomo che mancava agli azzurri dai tempi di Cavani, quello capace di mandare in tilt l’ordine delle difese avversarie, sorprendendole in velocità, capendo al volo lo spazio dove infilarsi, come dimostrato appostando l’errore di Romero. Per lui l’abbraccio a Gattuso è stato plateale e vero, come la sua solidarietà al popolo nigeriano con la protesta contro le violenze della polizia. La sua velocità e la sua tecnica lo hanno messo al centro dell’attenzione della difesa dell’Atalanta, regalando spazio a Lozano, Mertens e Politano alle sue spalle, un’arma vincente che il Napoli è pronto a replicare con tutte le grandi. Con l’Az Alkmaar, decimato dal Covid (sei giocatori positivi) ci saranno gli straordinari da fare visto che Zielinski, Elmas e Insigne sono ancora fuori, ma il Napoli vuole esordire alla grande anche in Europa.