Poggiomarino, Falanga riparte da… Annunziata: apre il cantiere in via Vittorio Emanuele

Redazione,  

Poggiomarino, Falanga riparte da… Annunziata: apre il cantiere in via Vittorio Emanuele

Poggiomarino. Partiti i lavori di riqualificazione di via Vittorio Emanuele, nel centro storico di Poggiomarino. Un piano di interventi già programmato dalla vecchia amministrazione, portato avanti dal commissario prefettizio che ha dato vita al progetto pensato dalla giunta Annunziata.

I lavori si stanno eseguendo, ora con l’amministrazione guidata dal sindaco Maurizio Falanga in carica e i cantieri passeranno anche davanti al quartier generale dell’attuale capo dell’ente di piazza De Marinis. Lavori che inevitabilmente causeranno disagi alla circolazione stradale – via Vittorio Emanuele è l’arteria che collega il centro storico di Poggiomarino con la periferia di Flocco – e alle diverse attività commerciali presenti lungo la strada. Secondo quanto disposto dal comando della polizia municipale – d’accordo con i vertici dell’azienda incaricata di realizzare i lavori – l’arteria sarà off limits fino al prossimo 31 ottobre. Soltanto residenti e mezzi di soccorso potranno percorrere quella via durante i lavori in corso, con le forze dell’ordine pronte a “presidiare” e controllare la zona per evitare che ai disagi già annunciati ne seguano altri.

Un piano di interventi che parte nei giorni in cui tutta la maggioranza del sindaco Falanga, giunta compresa, è costretta a restare in quarantena per la positività di un consigliere comunale. I politici hanno già effettuato i primi tamponi di riscontro e si attendono i risultati per tracciare ulteriormente la diffusione del contagio. Tornando ai lavori, il piano di interventi di via Vittorio Emanuele è solo una tappa dell’ampio programma varato dall’ex assessore Alfredo Conte, finanziato con i fondi della Città Metropolitana, e che prevede la riqualificazione di tutto il centro storico. Da via Nocelleto a via De Marinis, via Principe di Piemonte, ora tocca a via Vittorio Emanuele.

Poi toccherà anche alla zona di pizzo Lampione. Alle inevitabili proteste degli esercenti, già colpiti dalla crisi legata al virius, i vertici dell’amministrazione poggiomarinese hanno chiesto «comprensione e pazienza».

@riproduzione riservata

CRONACA