A Pompei nasce il governo ombra, 18 controllori tengono il fiato sul collo di Lo Sapio

Salvatore Piro,  

A Pompei nasce il governo ombra, 18 controllori tengono il fiato sul collo di Lo Sapio

L’opposizione rinsalda le fila e annuncia battaglia in consiglio comunale: “Saremo le sentinelle che, per conto dei cittadini pompeiani, vigileranno sulla legalità e sulla regolarità degli atti”. A dirlo è Alfonso Conforti, ex consigliere comunale della Lega che alle ultime Amministrative ha sostenuto la candidatura a sindaco di Domenico Di Casola contro l’attuale primo cittadino Carmine Lo Sapio. Conforti è stato eletto ieri alla presidenza del “Polo Liberal Democratico”: è in pratica il contro-governo cittadino, immaginato dalla opposizione “come segnale di discontinuità rispetto alla passate tornate elettorali” dichiara Conforti, che prosegue: “Il cuore della ‘Coalizione Civica per Pompei’, che ha sposato il progetto Di Casola alle elezioni di settembre, prosegue nel segno di un impegno con la città, che va oltre la campagna elettorale”. Il direttivo politico del nuovo Polo è composto da 18 membri, 2 per ogni lista civica. A farne parte, oltre al presidente Alfonso Conforti, sono sua figlia Elena e Raimondo Sorrentino (I Pompeiani); Rosalia D’Apice e Raffaele Savarese (Pompei Nel Futuro); Nicola Verdolivo ed Emanuela Izzo (Alleati per Pompei); Pio Manzo e Umberto Cannavacciuolo (Pompei Viva); Raffaele De Gennaro e Marika Sabini (Alternativa Pompeiana); Margherita Blasio e Fabio Maria Miele (Area Moderata). Gli altri 6 membri del direttivo saranno invece i consiglieri comunali eletti tra i banchi dell’opposizione, vale a dire Domenico Di Casola, Mario Estatico, Salvatore Caccuri, Alberto Robetti, Angelo Calabrese, Raffaele Marra. Al fianco del presidente Conforti, poi, un pool di donne composto dalla vicepresidente Margherita Blasio, dalla segretaria Emanuela Izzo e dalla tesoriera Rosalia D’Apice. “Il nostro è un chiaro segnale che l’impegno politico non termina con la chiusura della campagna elettorale, ma segna l’inizio di un nuovo percorso, che accompagnerà i cittadini verso la realizzazione degli impegni assunti. Presto sarà aperta una sede in città per accogliere i pompeiani e le loro istanze da portare in Consiglio” ha sottolineato ancora Conforti. Il presidente del Polo Liberal Democratico, infine, non disdegna critiche alla giunta ufficializzata lunedì scorso dal sindaco Lo Sapio. “Si tratta di una giunta dove c’è un solo super-assessore che raccoglie la quasi totalità delle deleghe pesanti: è Raffaella Di Martino, non a caso collegata a Giuseppe La Marca. Non ricordo che, in passato, si sia mai vista una roba simile: un solo assessore ora dovrà infatti occuparsi di lavori pubblici, urbanistica, pubblica amministrazione, ecologia”. La stoccata finale di Conforti è tuttavia per l’ex alleata Andreina Esposito, la dottoressa di via Lepanto che nella giunta targata Lo Sapio ha ottenuto la delega alla sanità, oltre a ricoprire il ruolo di vicesindaco. “E’ strano che la dottoressa abbia adesso trovato il tempo per tutti questi impegni. Quando eravamo alleati, lei era oberata dal lavoro. In due anni e mezzo di consiliatura” conclude Conforti “la dottoressa Esposito è risultata sempre ‘latitante’. Praticamente, in consiglio comunale non si è mai vista”.

CRONACA