Sorrento, il concorso vigili finisce in tribunale

Salvatore Dare,  

Sorrento, il concorso vigili finisce in tribunale

Sorrento. Tanto tuonò che piovve. Alla fine il concorso indetto dal Comune di Sorrento per l’assunzione del nuovo comandante dei vigili urbani finisce in tribunale. Uno dei candidati esclusi dalla prova orale ha deciso di presentare ricorso al Tar della Campania che, nel corso dei prossimi giorni, valuterà tutta la procedura e la documentazione e si esprimerà sulla bontà dell’iter che ha portato alla nomina di Rossella Russo, in passato numero uno della polizia locale nella vicina Massa Lubrense ed attualmente assessore con delega alla pubblica istruzione al Comune di Piano di Sorrento. Al momento, l’amministrazione municipale di Sorrento ovviamente ha deciso di costituirsi nel corso del giudizio, affidando l’incarico di rappresentanza legale all’avvocato dell’ente Maurizio Pasetto. Ma informalmente viene fatta filtrare serenità sulla correttezza dell’operato seguito dalla commissione giudicatrice.

A firmare il ricorso è il dottor Dino Padovani, originario del Frusinate, che avrebbe dovuto svolgere l’esame orale ma che nel giorno del test conclusivo raggiunse Sorrento in forte ritardo rispetto all’orario stabilito. In quell’occasione, come già emerso a margine della chiusura del concorso, venne giudicato assente e dunque impossibilitato a conferire con la commissione. Rossella Russo ha ottenuto il miglior punteggio ed è stata designata la vincitrice della selezione. Tant’è che, già prima che si svolgesse il ballottaggio per le elezioni Comunali di Sorrento, fu indicata e nominata con tanto di ordinanza dall’ormai ex primo cittadino Giuseppe Cuomo. In particolare, Padovani contesta la determina numero 1117 adottata dal quinto dipartimento municipale. Si tratta dell’atto con cui il Comune di Sorrento ha approvato sia tutti i verbali della selezione per l’assunzione sia la graduatoria di merito trasmessa dalla commissione giudicatrice. A stretto giro si dovrebbe celebrare l’udienza dinanzi ai magistrati del tribunale amministrativo regionale della Campania e il Comune di Sorrento conta di poter dimostrare al meglio la legittimità dell’esclusione del candidato Padovani dalla prova orale. A proposito di vigili urbani: come già preannunciato nei giorni scorsi, il neo sindaco Massimo Coppola ha chiarito che sta lavorando sodo con il nuovo comandante dei caschi bianchi Russo innanzitutto per potenziare i controlli anti Covid 19. Ed in questo discorso si inserisce anche la necessità di dover provvedere con immediatezza al potenziamento del nucleo comunale di protezione civile. Molto probabilmente sarà indetto un nuovo bando pubblico con cui cercare di reclutare nuovi volontari da destinare al corpo. «Si tratta di un obiettivo importante, soprattutto in questi momenti di emergenza sanitaria legata ai contagi da Covid 19. Il tutto passerà anche in consiglio comunale» conclude Coppola. ©riproduzione riservata

CRONACA