Covid: sindaco di Ottaviano, soldi dei dipendenti pubblici a chi ha difficoltà economiche

Redazione,  

Covid: sindaco di Ottaviano, soldi dei dipendenti pubblici a chi ha difficoltà economiche

OTTAVIANO – Un maxi-fondo di solidarietà per la Campania da destinare agli esercizi commerciali colpiti dalla crisi economica dovuta all’emergenza sanitaria e a chi è senza lavoro, da realizzare con contributi volontari dei dipendenti pubblici, dei consiglieri regionali, dei parlamentari eletti in Campania e dei sindaci della Regione, oltre che di eventuali privati che vorranno contribuire. È la proposta che Luca Capasso, sindaco di Ottaviano, ha avanzato al Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in una lettera nella quale sottolinea che si potrebbe arrivare a raccogliere fino ai 20 milioni di euro “con il contributo dei politici e di coloro i quali stanno lavorando e prendendo lo stipendio”, ad esclusione però dei medici, del personale sanitario e delle forze dell’ordine. “Useremo questi soldi per ristorare chi è in difficoltà – ha spiegato Capasso – e, successivamente, si potrà pensare ad un lockdown totale per tutta la Regione”. Secondo i calcoli del sindaco di Ottaviano, ogni dipendente pubblico campano, circa 200mila, potrebbe contribuire con 60 euro a testa in media, a seconda dello stipendio netto. I sindaci dovrebbero contribuire con circa 500 euro in media, a seconda dell’indennità percepita. Diverso il discorso per consiglieri regionali e parlamentari il cui contributo varierebbe tra i 3000 ed i 5000 euro. “E’ un contributo una tantum che ci permetterebbe di mettere da parte un fondo di solidarietà per chi sta peggio di noi – ha concluso il sindaco – penso ai ristoratori, ai titolari di bar, a chi non ha un lavoro”.

CRONACA