A Somma Vesuviana 753 contagiati, nuova stretta del sindaco sulle attività commerciali

metropolisweb,  

A Somma Vesuviana 753 contagiati, nuova stretta del sindaco sulle attività commerciali

“Pochi minuti fa ho firmato l’ordinanza che prevede sull’intero territorio di Somma Vesuviana: chiusura dalle ore 20 e fino alle ore 5 del mattino del giorno seguente, di tutti i distributori automatici di alimenti e bevande presenti sul territorio, fatta eccezione per le “casette dell’acqua”, i distributori presenti presso le farmacie e parafarmacie nonché quelli presso i tabaccai per i soli prodotti del monopolio di Stato e non alimentari. L’ordinanza stabilisce l’obbligo per tutti gli esercenti di sanificare i propri locali esponendo con cadenza settimanale all’esterno dell’attività, in modo ben visibile, la documentazione attestante l’avvenuta sanificazione ed i prodotti utilizzati. Inoltre per tutte le piccole e medie strutture di vendita, è fatto obbligo di esporre all’esterno dell’esercizio, un cartello indicante il numero massimo di avventori che possono trovarsi contemporaneamente all’interno dei locali, in base alla superficie netta calpestabile, in modo da garantire il distanziamento fisico secondo le normative vigenti”. Lo ha annunciato poco fa Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.Numerosi i provvedimenti come ad esempio anche igienizzazione dei carrelli per la spesa almeno due volte al giorno.“Per gli esercizi commerciali che utilizzano carrelli per la spesa, igienizzare gli stessi – ha proseguito Di Sarno – nonché le postazioni cassa almeno due volte al giorno.  Tutti gli esercenti dovranno effettuare pulizie con prodotti igienizzanti almeno una volta al giorno. Ai bar non è consentito il servizio ai tavoli nei giorni prefestivi e festivi. Gli amministratori di condominio dovranno provvedere, con cadenza mensile, alla sanificazione, degli spazi ad uso comune, ed esporre in modo ben visibile all’ingresso, la documentazione attestante l’avvenuta sanificazione degli stessi ed i prodotti utilizzati. Resteranno chiusi fino al 29 Novembre: scuole di ogni ordine e grado, il mercato settimanale, Piazza Europa, Biblioteca Comunale, Cimitero Comunale, salvo apertura per operazioni indifferibili e urgenti. Resteranno chiusi i Circoli Ludici e ricreativi. Permane il divieto di qualsiasi forma di aggregazione anche all’aperto, di riunioni al chiuso e all’aperto, anche connesse ad eventi celebrativi, che si svolgano in forma di corteo (ad esempio cortei funebri) e comunque non in forma statica e con postazioni fisse, le stesse sono limitate solo a familiari congiunti”.   La situazione attuale:“Trovo corretto informare costantemente la popolazione – ha concluso Di Sarno – sulla situazione attuale che è di 55 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, 753 positivi attuali, più di 1000 in totale dall’inizio della pandemia. Oggi però abbiamo anche altri 34 guariti mentre le persone in sorveglianza sanitaria sono 234. Ricordo il divieto assoluto di aggregazione all’aria aperta e l’obbligo di indossare le mascherine”.

CRONACA