La Confcommercio di Torre Annunziata contro il sindaco Ascione: «Città al collasso, lui assente»

Giovanna Salvati,  

La Confcommercio di Torre Annunziata contro il sindaco Ascione: «Città al collasso, lui assente»

«Siamo una categoria ancora dimenticata dal sindaco, dall’amministrazione comunale che preferisce pensare alle poltrone che all’emergenza che questa città e questa categoria sta attraversando». Ad alzare la voce ancora una volta e chiedere attenzione è Giuseppe Manto il responsabile di Confcommercio di Torre Annunziata. Dopo le accuse che in questi giorni amministratori e rappresentanti della società civile stanno muovendo contro il sindaco e i suoi fedelissimi che hanno chiesto il nuovo congresso cittadino invece che pensare all’emergenza Covid, Manto torna a scuotere Ascione. «E’ trascorso un mese da quando abbiamo protestato in strada, abbiamo provato a farci sentire, a chiedere al sindaco aiuto per una categoria che continua ad essere in crisi e non solo per le conseguenze dell’emergenza sanitaria ma per un problema legato all’assenza di un dialogo, di iniziative se solo pensiamo che per cercare di dare un senso di società e solidarietà abbiamo installato noi le luci natalizie per risvegliare il quartiere in piazza Ernesto Cesaro». Poi aggiunge: «Il sindaco non si sta interessando ad una categoria che rappresenta la quotidianità di questa città, commercianti al collasso e lui e la sua amministrazione non danno alcun contributo e supporto. Vergognoso, devono solo a dimettersi e invece pensano alle beghe di partito. Presto torneremo a farci sentire, siamo stanchi di attendere».

@riproduzione riservata

CRONACA