Pistola contro il corriere, rubati due pacchi a Torre Annunziata: giallo sul contenuto

Giovanna Salvati,  

Pistola contro il corriere, rubati due pacchi a Torre Annunziata: giallo sul contenuto

Due uomini armati, una pistola puntata contro un giovane corriere e due pacchi che dovevano essere consegnati di lì a poco, rubati in una manciata di secondi. E’ questa la dinamica di un episodio che si colora di giallo e avvolto dal mistero sul quale gli inquirenti stanno ora cercando di fare chiarezza. L’episodio è andato in scena nel tardo pomeriggio di ieri. Due persone, in sella ad uno scooter, intercettano un furgoncino bianco e giallo. Alla guida un giovane corriere. Non si accorge che lo scooter lo segue e procede spedito verso la sua destinazione: sulla bolla delle consegne ha un civico e un indirizzo al quale dovrà recapitare due pacchi, entrambi delle stesse dimensioni ma molto probabilmente con due contenuti diversi ma l’uno collegato all’altro. Il furgoncino imbocca uno dei vicoli del centro storico  della Provolera e il corriere aguzza la vista per cercare di individuare il civico al quale dovrà fermarsi. Il vicoletto è troppo stretto e così decide di fermarsi qualche metro prima e proseguire a piedi. Accende i dispositivi del furgone per segnalare che si tratta di una sosta temporanea e prosegue a piedi. Tra le mani i due pacchi. Ma dopo pochi passi sente una voce alle sue spalle che gli intima di fermarsi. La pistola dietro la nuca e l’ordine «dacci i pacchi e non ti facciamo niente». Il corriere si volta e nota i due uomini: hanno il volto coperto da casco e mascherina, riesce solo a malapena ad intravedere gli occhi dei due banditi che sono pieni di rabbia e odio. Ha paura e non oppone alcuna resistenza, al contrario: cede subito i pacchi ed è pronto anche a consegnare soldi e cellulare ma i banditi si accontentano solo di quei due pacchi. Il corriere resta sorpreso, li consegna e poi si da alla fuga per la paura. Anche i banditi si danno alla fuga ma ovviamente per evitare di essere beccati. Dopo qualche minuto parte la chiamata ai carabinieri. Sul posto una pattuglia dei militari della stazione di Torre Annunziata – agli ordini del maresciallo Egidio Valcaccia – che provano ad intercettare prima il  corriere e ascoltare la sua testimonianza per poi cercare di ricostruire un identikit. Ma l’uomo è nel panico, è sotto choc e fornisce elementi che sono poco utili ai carabinieri. L’unico dettaglio è nel bottino: i ladri hanno portato via  due pacchi. Entrambi dovevano essere consegnati alla stessa persona ma la bolla con il nominativo è rimasta attaccata al pacco che i ladri hanno rubato. Il civico era stato caricato sul portatile invece e solo lunedì i carabinieri sapranno a chi era destinato e costa contenevano. Un furto che sicuramente – secondo gli inquirenti – è stato messo a segno solo su commissione.

@riproduzione riservata

CRONACA