Puc, cimitero e gas metano: le priorità del sindaco di Poggiomarino

metropolisweb,  

Lo aveva detto con chiarezza nel corso del presentazione delle linee programmatiche della sua amministrazione, riprendendo in gran parte quello che era stato il programma elettorale presentato alla città nelle settimane infuocate che hanno anticipato il voto di settembre. «Puc, rifacimento e realizzazione di nuove strade, la rete del gas metano. Il cimitero, lo stadio saranno tutte priorità per questa amministrazione comunale», le parole di Maurizio Falanga nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Parole che, alla luce della convocazione della seduta di oggi, dove sarà discusso anche il piano triennale delle opere pubbliche, tracciano le linee guida della nuova squadra di governo di centrodestra. I passaggi su ambiente, sicurezza il futuro di Longola hanno poi concluso un lungo intervento in cui Falanga – giorni fa – ha illustrato le priorità da rispettare nei cinque anni di mandato. Ma senza l’approvazione del piano urbanistico comunale, una spina nel fianco della passata amministrazione, la realizzazione di nuove opere e la nascita di nuove infrastrutture rischia di trasformarsi in un grande flop. Alla presentazione delle linee programmatiche – dove non è mancato un passaggio sulla realizzazione dell’impianto fognario, da poco assegnato alla Gori come soggetto attuatore dell’opera – le forze di opposizione non hanno fatto mancare un giudizio negativo. Soprattutto nelle parole del consigliere Michele Cangianiello che ha giudicato come «confuso e scarno di idee» il programma del primo cittadino. Oltre ad accusare la squadra di governo di aver «ripreso» alcune delle opere della passata amministrazione.

CRONACA