Castellammare. I resti di 15 morti abbandonati in un deposito

Tiziano Valle,  

Castellammare. I resti di 15 morti abbandonati in un deposito

I resti di 15 defunti dimenticati in un deposito del cimitero di Castellammare di Stabia. Le ossa sistemate in anonime cassette perché nessuno dei familiari s’è mai presentato per chiedere di dargli una degna sepoltura. Nessun nome, nessuna storia, niente lacrime versate per la loro dipartita o lumini accesi e preghiere per le loro anime. Resti, solo quelli, appoggiati in cassette dietro la porta di un locale polveroso.

Abbandonati chissà da quanto tempo, nonostante quella storia fosse nota ai dipendenti del camposanto.La triste scoperta è stata fatta nelle scorse settimane da Annamaria De Simone, consigliera del gruppo Cimmino Sindaco. E’ stata lei a chiedere immediatamente spiegazioni ai dipendenti del cimitero e poi ai funzionari del Comune di Castellammare. De Simone ha preteso che il dirigente si facesse subito carico di quella situazione e trovasse una soluzione. Gli uffici hanno fatto partire un bando per la fornitura di cassette di zinco, dove poter sistemare i resti dei 15 defunti e dargli una degna sepoltura.«Uno scempio che non può essere definito neanche minimamente degno di una società civile», ha commentato nella giornata di ieri il sindaco Gaetano Cimmino facendo riferimento alla scoperta dei resti in un deposito cimiteriale. «Grazie all’impegno della consigliera De Simone, abbiamo disposto l’acquisto di alcune cassette di zinco per dare opportuna sepoltura ai 15 defunti, i cui resti possono ora finalmente avere una degna collocazione – ha continuato il sindaco, aggiungendo – Ricordare e onorare i nostri morti è un dovere morale, su cui si misura il livello della nostra civiltà».Purtroppo non è la prima volta che si verificano episodi del genere nel cimitero di Castellammare di Stabia. All’interno del camposanto c’è una zona dedicata ai bambini defunti, le cui tombe sono abbandonate da tempo e spesso avvolte anche dalle sterpaglie. Poche le lapidi dove ancora oggi si recano i loro cari.Defunti per cui nessuno lacrime e, come purtroppo scoperto qualche settimana fa, che talvolta possono finire in un deposito abbandonato all’interno del cimitero di Castellammare, senza una degna sepoltura.

CRONACA