Ira De Luca: «Riaprire? Una manfrina, non esistono Natale e Capodanno sennò disastro»

Redazione,  

Ira De Luca: «Riaprire? Una manfrina, non esistono Natale e Capodanno sennò disastro»

“La Campania chiede provvedimenti più rigorosi, è contraria al rilassamento, all’apertura della mobilità, a tutte le manfrine a cui stiamo assistendo, comuni piccoli, comuni grandi, cosa dobbiamo fare a Natale”. Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della diretta Facebook. “In queste due settimane ci giochiamo il futuro del nostro Paese”, ha aggiunto – dobbiamo avere la forza di resistere oggi a tutte le demagogie, dobbiamo avere il coraggio di dire che quest’anno Natale e Capodanno non esistono altrimenti andiamo al disastro”.

“Continuiamo ad avere 800-900 morti al giorno e riprendiamo la manfrina che abbiamo registrato in Estate soprattutto per iniziativa di tante regioni del nord che stanno pagando oggi il rilassamento avuto nei mesi passati – sottolinea De Luca – se abbiamo una ripresa forte dei contagi ed una esplosione dell’influenza virale non avremo le possibilità di fare le vaccinazioni anti Covid e se non abbiamo un mese di gennaio sotto controllo, avremo un prolungamento del problema contagio per mesi e mesi”. Per De Luca “non bisogna cedere alle spinte demagogiche o possiamo anche decidere di impiccarci con le nostre mani”. “Dobbiamo avere il coraggio di dire che quest’anno Natale e Capodanno non esistono, devono essere giorni di raccoglimento religioso, familiare ma non possono essere i giorni delle feste normali altrimenti andremo al disastro”.

CRONACA