I bonus per i commercianti di Terzigno restano ancora bloccati

Andrea Ripa,  

I bonus per i commercianti di Terzigno restano ancora bloccati

Ottantamila euro sotto forma di bonus da mettere a disposizione delle attività commerciali danneggiate dall’emergenza Coronavirus: ma dei soldi annunciati diverse settimane fa dal sindaco di Terzigno, Francesco Ranieri, ad oggi non s’è vista neanche l’ombra. Troppe le divergenze interne, troppe le cose da fare, così le misure di sostegno ai negozianti e agli ambulanti della città che hanno sofferto maggiormente la crisi economica legata a doppio filo con la pandemia sanitaria non sono ancora finite al centro dell’agenda dei vertici della squadra di governo locale. Eppure qualche settimana fa, dopo aver stanziato i fondi per le indennità di carica al sindaco, agli assessori e al presidente del consiglio comunale, la fascia tricolore annunciò con orgoglio lo stanziamento di ottantamila euro da mettere a disposizione degli imprenditori della città che avevano visto i propri incassi crollare a causa delle restrizioni dovute al Covid-19. Un annuncio a cui non sono seguiti i fatti. E in città, tra i commercianti che hanno dovuto abbassare le saracinesche nei giorni difficili anche della seconda ondata, dopo il blocco totale del primo lockdown, c’è chi ha cominciato a «rumoreggiare», pensando alle solite promesse di marinaio arrivate dalla politica. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, però, il sindaco Francesco Ranieri ha voluto spiegare quali iniziative saranno intraprese in favore dei commercianti. Dopo le richieste arrivate dai banchi della minoranza di far luce sui finanziamenti ottenuti e rimasti bloccati negli uffici del municipio, il primo cittadino ha spiegato che uno dei primi atti del 2021 sarà proprio «l’assegnazione dei contributi agli esercenti di Terzigno. Abbiamo dato priorità ai bonus spesa. Non è stato fatto il progetto su cui incentrare l’assegnazione dei fondi». Parole che non hanno convinto più di tanto una critica minoranza. Francesco Nappo, consigliere dell’opposizione, ha espresso perplessità su questo continuo temporeggiare da parte del Comune. «Altre amministrazioni hanno stanziato i fondi mesi fa, noi ancora dobbiamo prevedere un progetto».

CRONACA