Giunta a Torre Annunziata, rebus nomine: Ascione cerca tecnici: non si fida dei politici

Giovanna Salvati,  

Giunta a Torre Annunziata, rebus nomine: Ascione cerca tecnici: non si fida dei politici

Una giunta di emergenza. Nessun politico, solo tecnici fidati ed esperti dei vari settori di competenza. Vincenzo Ascione prova a uscire dalla bufera. E poche ore dopo la decisione, per certi versi inspiegabile, di azzerare la giunta, ha deciso di mettere alla porta i partiti nella composizione del nuovo esecutivo. Una strategia obbligata, imposta dal Pd e ribadita dall’accordo con l’ex sindaco Giosuè Starita e con Raffaele Ricciardi. Nessuno dei vecchi assessori sarà quindi confermato. Anche se c’è chi ha imposto la conferma di Luigi Cirillo, assessore alle politiche sociali e di Raffaele Pignataro, assessore all’avvocatura. Piegarsi però potrebbe rappresentare il colpo di grazia per Ascione. L’eventuale ingresso di politici nella nuova giunta, infatti, inasprirebbe ulteriormente il conflitto all’interno della maggioranza. Conflitto diventato feroce dopo l’arresto di Ariano. E così, per evitare altre discussioni e tenersi stretta la sua poltrona, il sindaco ha deciso di creare un esecutivo “tecnico” in attesa che si plachino i venti di tempesta che spirano sul comune. La nomina della nuova giunta per Ascione significa tirare avanti un altro anno prima di arrivare alle elezioni. Una tornata elettorale nella quale il primo cittadino vuole a tutti i costi ricandidarsi sicuro di un mandato bis, addirittura senza necessità di primarie interne al partito. Sicuro di una sua conferma. Nonostante i tanti cambi di giunta, gli scandali, le ombre e le mille ferite di una maggioranza a pezzi.

CRONACA