Patto Menichini-Federico, il ritorno alle urne a Boscotrecase è già infiammato

Pasquale Malvone,  

Patto Menichini-Federico, il ritorno alle urne a Boscotrecase è già infiammato

La candidatura a sindaco di Aniello Federico prende sempre più forma e sostanza. Da quando ha lanciato il guanto di sfida al sindaco uscente Pietro Carotenuto, il pediatra prestato alla politica non è stato certo a guardare e si è mosso, anche sotto traccia, per dare vita ad una coalizione che sia prima di tutto competente e competitiva. A scendere al suo fianco è Alberto Menichini, che ha deciso di appoggiare a spada tratta il nuovo progetto politico, ufficializzando il suo sostegno incondizionato a Federico. «Raccolgo con entusiasmo l’invito lanciato alle forze politiche del territorio. Il suo manifesto – ha dichiarato Menichini – ha svegliato dal torpore e dall’apatia la nostra cittadinanza, che ha compreso subito potesse esserci un’alternativa concreta a questa Amministrazione». E Federico è la persona giusta al momento giusto, «uno stimato professionista che non ha bisogno della politica per vivere». L’ex candidato sindaco e fautore del movimento politico “Piazza Pulita” spiega che dallo scorso settembre è stato avviato un dialogo costruttivo sulla «necessità di costruire un progetto capace di ribaltare questo sistema politico clientelare che sta mettendo gli interessi personali dinanzi a quelli della collettività, ma l’emergenza Covid sembrava poter rallentare la nostra mission». E proprio la discesa in campo del pediatra ha riacceso speranze e sogni di una fetta di Boscotrecase che sembrava quasi sfiduciata. Menichini non farà la comparsa. Il suo endorsement nei confronti di Federico, che di fatto riapre una partita elettorale che sembrava già chiusa, non sarà solo formale. «Nello mi ha chiesto di aiutarlo a costruire un progetto e una lista che sia competente e competitiva: ed è quello che farò, senza alibi e reticenze. Non possiamo permetterci altri cinque anni simili dove si è pensato più ai social che alla vita reale». E ora cosa succederà? Quali altri colpi ha in serbo Federico? Una cosa è certa: per Carotenuto non sarà una passeggiata.

CRONACA