Una balena ferita sparisce nel porto: missione-salvezza a Sorrento

Salvatore Dare,  

Una balena ferita sparisce nel porto: missione-salvezza a Sorrento

E’ apparsa all’improvviso, a metà pomeriggio, all’interno dello specchio d’acqua del porto. Una giovane balena, di almeno una decina di metri, che ha immediatamente catalizzato le attenzioni di pescatori e residenti di Marina Piccola. Disorientata, ferita, ha colpito a più riprese la banchina. Poi, nonostante sul posto siano tempestivamente arrivati i militari della guardia costiera, è sparita nel nulla. Purtroppo le operazioni di salvataggio si sono fermate con l’arrivo della sera. Riprenderanno stamane all’alba quando un team di sommozzatori si immergerà e tenterà di capire se il mammifero è morto oppure ha preso il largo. Ovviamente, le immagini e i video della balena hanno invaso i social network. Migliaia le condivisioni dei filmati mentre il povero cetaceo colpiva le barriere dell’approdo portuale di Sorrento. Sulla vicenda sono in campo gli uomini dell’ufficio locale marittimo di Sorrento con il coordinamento della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia. La zona dove è stata avvistata la balena ha una profondità di almeno 12 metri: ieri sera, poco prima che arrivasse il buio, si è tentato di salvare e liberare il mammifero. Che all’improvviso è scomparso. Si teme che a causa delle ferite la balena sia morta. Tutto sarà più chiaro nella prima mattinata di oggi quando i sub entreranno in azione per cercare la balena e chiarire i contorni del caso. Anche perché, appena il cetaceo è sparito, qualcuno ha visto delle bollicine affiorare in superficie. Un elemento che, se confermato, potrebbe sostenere l’idea che la balena si sia allontanata dal porto. Ovviamente, sono stati allertati anche gli esperti della stazione A.Dohrn e dell’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno. La speranza è che complice l’oscurità la balena abbia lasciato Marina Piccola riprendendo il largo. E’ proprio ciò che afferma il parco marino di Punta Campanella in un post divulgato sui propri canali social: «Speriamo tutti che la balena non si trovi e che sia già altrove a nuotare libera». E poi, in via informale: «Purtroppo si teme che le conseguenze delle ferite abbiano potuto procurare delle lesioni gravi». Particolare attenzione desta il fatto che la balena sia giunta nello specchio d’acqua di Marina Piccola anche se alcuni pescatori ricordano che il tratto tra Marina Grande e Marina Piccola un tempo era la rotta preferita dei tonni, tanto da far soprannominare la “Tonnarella” una sua zona, ma assistere a scene come quelle di ieri è inusuale.

CRONACA