Strategia-rilancio, il G20 commercio parte da Sorrento

Salvatore Dare,  

Strategia-rilancio, il G20 commercio parte da Sorrento

Sorrento è stata ufficialmente scelta come nuova sede del G20 commerciale. L’evento, di caratura mondiale, si svolgerà il prossimo 5 ottobre nella città del Tasso e vedrà partecipare i ministri del commercio delle più importanti potenze del mondo. Si tratta di un’occasione importante che vede in campo pure l’amministrazione comunale e le categorie produttive. Ovviamente, l’auspicio è che Sorrento possa presentarsi all’evento in condizioni migliori di quelle attuali con una città fantasma, strutture ricettive in ginocchio e migliaia di lavoratori stagionali in difficoltà. L’auspicio è rilanciato anche da Atex, l’associazione turismo extralberghiero della penisola sorrentina. Che già diversi giorni fa aveva indicato l’urgenza di predisporre un piano operativo condiviso tra l’indotto, i lavoratori e le imprese sfruttando al meglio l’eco del G20. Si vedrà. Intanto, per quanto riguarda la strategia da attuare in prossimità della prossima estate, si è tenuto un incontro tra l’assessore regionale al turismo Casucci, il sindaco di Sorrento Massimo Coppola e l’assessore al turismo del Sorrento Alfonso Iaccarino. Allo stesso tavolo anche il presidente di Federalberghi Campania Costanzo Iaccarino, il rappresentante di Abbac penisola sorrentina Marcello Coppola e Sergio Fedele, presidente Atex. «Tanti i temi trattati – dice proprio Fedele – Dalla volontà di organizzare al meglio il benvenuto da parte della Campania e di Sorrento ai ministri del commercio dei paesi del G20 che saranno a Sorrento il 5 ottobre, alla priorità di avviare iniziative di marketing territoriale, all’impegno di raggiungere l’obiettivo per l’indispensabile progetto del raddoppio della linea ferroviaria tra Castellammare e Sorrento, allo sforzo di mettere in campo iniziative che mirino al rafforzamento della sicurezza sanitaria delle strutture ricettive locali, all’importanza di destinare energie e risorse su progetti per valorizzare gli straordinari attrattori culturali del territorio e i percorsi enogastronomici per “attrarre” sempre più foodies. Abbiamo molto apprezzato che l’assessore Casucci abbia ribadito come considera prioritario l’intervento nelle zone a turismo prevalente, locomotive del turismo Italiano, proposta che Atex ad Aprile 2020 ha trasmesso sia al Governo che alla Regione». Durante le prossime settimane, ci sarà un altro vertice con Casucci: «E’ stata confermata la grande volontà e determinazione per portare avanti, insieme, una serie di iniziative, fondamentali per la ripartenza dopo un periodo drammatico» chiosa Atex.

CRONACA