Vertice tra la Gori e il sindaco di Pagani: sul tavolo bonus idrico e interventi strutturali

metropolisweb,  

Vertice tra la Gori e il sindaco di Pagani: sul tavolo bonus idrico e interventi strutturali

Pagani. Si è svolto presso la sede del Municipio di Pagani, l’incontro tra l’Amministratore Delegato di Gori, Giovanni Paolo Marati, e il Sindaco De Prisco, finalizzato a dare seguito alla risoluzione di alcune tematiche tecniche e commerciali relative al servizio idrico. Tra gli argomenti affrontati, in primis, il sostegno alle fasce deboli, che Gori assicura attraverso il Bonus idrico, una misura destinata alle famiglie in condizioni di difficoltà economica, alle quali è garantito uno sconto in bolletta pari a 50 litri di acqua al giorno per ogni componente del nucleo familiare. “Gori ripone grande attenzione verso gli utenti che versano in condizioni di difficoltà economica. Lo dimostrano tutte le iniziative che abbiamo messo in campo anche in relazione all’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19, come lo stanziamento di 1,4 milioni di euro per il Bonus idrico integrativo, e una serie di agevolazioni contenute nel pacchetto Bonus Idrico Emergenza Covid” sottolinea l’Ad Marati.  “In aggiunta al bonus sociale idrico, al fine di tutelare ulteriormente gli utenti che versano in una condizione di disagio economico legato agli effetti della pandemia da Covid-19, avanzerò una richiesta di proroga delle iniziative introdotte dall’Ente idrico campano e Gori in merito all’erogazione del bonus integrativo per l’emergenza Covid-19” dichiara il Sindaco, Raffaele Maria De Prisco.  Durante l’incontro GORI ha fatto chiarezza anche in relazione alla variazione dei componenti del nucleo familiare, per la quale gli utenti stanno ricevendo apposita informativa in bolletta. In particolare, ARERA ha stabilito i nuovi criteri per il calcolo della tariffa relativa all’utenza domestica residente, legati proprio al numero dei componenti del nucleo familiare. Si tratta di una comunicazione fondamentale, da inoltrare attraverso un modulo presente sul sito www.goriacqua.com, nella sezione “Modulistica”, che dovrà essere poi inviato ai recapiti indicati sul modulo stesso. Comunicando l’esatto numero di componenti del nucleo familiare, è possibile, soprattutto nel caso di famiglie numerose, beneficiare di un risparmio in bolletta. Così come stabilito da ARERA, in assenza di comunicazione, il calcolo della tariffa sarà basato su tre componenti il nucleo familiare. Inoltre, l’amministrazione comunale e GORI concordano sulla necessità di promuovere la massima diffusione dei criteri di calcolo della tariffa attraverso ulteriori canali e modalità alternative. A tal fine, sarà valutata l’opportunità di istituire uno “sportello amico” presso gli uffici comunali, atto a diffondere e raccogliere la modulistica preposta, nonché per gestire in maniera veloce e assistita, qualsiasi altra pratica relativa al servizio idrico integrato.In relazione alle tematiche tecniche, invece, è stata confermata la necessità di organizzare incontri periodici del tavolo permanente avviato sin dalle prime ore dell’insediamento della nuova giunta comunale, con il particolare interessamento all’assessore delegato alla prevenzione del dissesto idrogeologico, ingegnere Felice Califano, al fine di programmare interventi sinergici per risolvere le criticità che interessano le reti idriche e fognarie.In particolare, nel corso dell’incontro è stato verificato lo stato di avanzamento delle attività progettuali che GORI sta gestendo nell’ambito del protocollo di intesa sottoscritto con la Regione Campania e l’Ente Idrico Campano per il completamento della rete fognaria cittadina. L’importante intervento, in corso di progettazione, contribuirà a risolvere anche i problemi di allagamento che si registrano nel centro cittadino ed in particolare in Via Arcivescovo Cesarano, Via Giacomo Leopardi, Via Sorvello, Via San Domenico, Via Guido Tramontano e Via Donato Ammaturo. Un primo ed importante miglioramento, in questo senso, avverrà anche grazie alla messa in esercizio del nuovo collettore di acque bianche da parte del Consorzio di Bonifica Sarno, che collegherà la nuova vasca Pignataro all’Alveo Corbara nel Comune di Sant’Egidio del Monte Albino. Durante l’incontro si è discusso anche degli interventi di sostituzione delle reti idriche di Via De Gasperi, Via Taurano e traverse, Via Corallo, Via Zeccagnuolo e Via Padre Vincenzo Sorrentino: lo stato delle reti idriche comunali di queste strade, infatti, costringe a interventi di riparazione frequenti, che necessitano di una risoluzione definitiva e strutturale. Nei prossimi giorni il tavolo tecnico istituito individuerà tutte le sinergie possibili per programmare tali opere di ammodernamento delle reti, anche nell’ambito degli interventi comunali già programmati e di prossimo avvio.

CRONACA